Commenta

Artificieri di Cremona disinnescano 7 ordigni a Sesto S.Giovanni

guastatori

Oggi a Sesto San Giovanni sette pericolosi residuati bellici della 2^ guerra mondiale sono stati  neutralizzati dagli artificieri del 10° Reggimento Genio Guastatori della Brigata Corazzata “Ariete” di Cremona. Gli ordigni bonificati, granate d’artiglieria di nazionalità Inglese, con caricamento ad alto esplosivo, di cui 5 da 127 mm, una da 140 mm ed uno spezzone di granata da 152 mm, sono stati rinvenuti all’interno della zona “Ex acciaierie Falk”,’area di cantiere della “Città della Salute”, dove sorgeranno entro il 2018 diverse strutture sanitarie.
Le operazioni di messa in sicurezza del territorio, coordinate dalla Prefettura di Milano, hanno avuto inizio alle 09.00 e si sono concluse alle 14.00. Gli specialisti del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona, dopo aver identificato gli ordigni, verificato il loro stato e valutata l’area circostante, hanno deciso di far brillare i manufatti nello stesso luogo del rinvenimento, dove è stata predisposta una buca di contenimento della profondità di 4 metri al fine di ridurre l’area di sgombero a soli 100 metri, evitando quindi l’evacuazione dei cittadini residenti nella zona adiacente al cantiere.
Il 10° Reggimento Genio Guastatori è una delle 7 Unità dell’Arma del Genio incaricate di bonificare il territorio dell’Italia centro settentrionale dai numerosi residuati bellici ancora esistenti e pericolosi. Nel 2014 gli esperti specialisti hanno effettuato 138 interventi, bonificando 2522 ordigni di cui 613 bombe d’aereo.
L’intervento odierno, durato circa 5 ore, è stato effettuato dal Capo Team, Serg. Francesco Zarra e dal suo nucleo EOD, (Esplosive Ordnance Disposal) che vanta ormai una consolidata esperienza, maturata anche disinnescando gli insidiosi ordigni di circostanza nel corso delle varie missioni all’estero come l’Afghanistan, Libano, Bosnia e Kosovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti