Commenta

S.Felice e S.Savino, studio idrogeologico contro gli allagamenti

evidp

Nell’assemblea pubblica con il comitato di quartiere e i residenti di San Felice e San Savino l’Amministrazione comunale si è impegnata ad avviare uno studio idrogeologico per risolvere il problema degli allagamenti. Lo ha fatto alla presenza del presidente di Padania Acque Alessandro Lanfranchi. Presenti per il Comune il sindaco Gianluca Galimberti, il vicesindaco Maura Ruggeri e gli assessori alla Città vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini e all’Area Vasta e alla Casa Andrea Virgilio. “A San Felice e San Savino, grazie ad un protocollo d’intesa tra Comune di Cremona, Padania e Ato e consorzi – spiega una nota di Palazzo comunale – sarà effettuata, con un preciso cronoprogramma, una accurata analisi della situazione idrogeologica del quartiere che spesso ha avuto conseguente problematiche rispetto all’allagamento”. Altre tematiche emerse: “Miglioramento dell’illuminazione, individuazioni di soluzioni per garantire un facile accesso alla pista ciclabile per residenti di S. Savino e S. Felice dopo la realizzazione del cavalcavia e la chiusura del passaggio a livello, manutenzione strade e marciapiedi, esecuzione di interventi alla palestra di Cavatigozzi”. Per quanto riguarda la ciclabilità, “l’Amministrazione incontrerà il comitato la prossima settimana per capire quali tracciati possibili all’interno del Biciplan con l’obiettivo di costituire un anello via Postumia, via San Felice, via San Savino”. Sulle asfaltature, nel piano per il 2015 del Servizio strade di Aem, “l’Amministrazione ha chiarito che sono previsti i seguenti interventi: via San Felice (dal passaggio a livello a via S. Savino), via San Felice (da via S. Savino a via Gazzoletto), via Torchio, via Caudana, via Salvador Allende, via Centro e via Mulino. Per la palestra, gli interventi sono quelli concordati in sede di sopralluogo già effettuato alla presenza degli Assessori al Welfare con delega allo Sport Mauro Platè e al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini e consistono nel ripristino dell’ingresso per il pubblico (lato via Asilo) con opere di impermeabilizzazione della copertura, tinteggiatura e sistemazione delle uscite di sicurezza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti