Ultim'ora
7 Commenti

Lo prese a bastonate perchè elemosinava Condannato a 2 mesi

AGGIORNAMENTO – Bastonato perché chiedeva l’elemosina nel territorio di due ‘concorrenti’. La brutta avventura era toccata, lo scorso mese di gennaio, ad un giovane nordafricano, preso a bastonate da Dorel Sandu, 26enne romeno residente a Cremona, chiamato dalle sue due sorelle che chiedevano la carità davanti al supermercato Lidl di via Castelleone. Oggi l’aggressore, che era stato arrestato con l’accusa di lesioni aggravate, è stato processato con il rito abbreviato davanti al giudice Francesco Beraglia che già aveva convalidato l’arresto, disponendo la remissione in libertà del romeno in attesa del processo. Oggi l’imputato, difeso dall’avvocato Augusto Cornalba, del foro di Lodi, è stato condannato ad una pena di due mesi. L’episodio risale alle 18 del 27 gennaio 2015, quando all’interno del supermercato c’era un carabiniere fuori servizio che stava facendo la spesa. Ad un certo punto il militare aveva sentito urla e rumori forti provenire dall’esterno dove era in corso l’aggressione al mendicante. L’uomo si era posizionato davanti al supermercato per chiedere l’elemosina, ma subito era stato preso di mira da due sorelle romene, anche loro impegnate nella questua. Tra loro era scattata una discussione accesa: le donne non volevano concorrenti nel loro territorio. Visto che il ragazzo di colore non se ne voleva andare, le due romene avevano chiamato in soccorso il fratello, che si era presentato brandendo un bastone da passeggio con il manico in ferro. Il 26enne si era poi avvicinato alla vittima, colpendola con varie bastonate, tanto da procurare al giovane mendicante un trauma cranico e un trauma alla mano destra. Subito erano scattati i soccorsi mentre il carabiniere fuori servizio aveva allertato i colleghi. Il romeno era stato condotto in caserma, identificato e arrestato con l’accusa di lesioni aggravate.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti