Commenta

Lego, ultimo giorno in mostra con record di affluenza

lego mdv-evid

La mostra dei Lego al Museo del Violino ha chiuso domenica 1 marzo con un record di visitatori in coda all’ingresso e un’ulteriore dimostrazione di come anche gli spazi museali possano diventare luogo di attrazione di massa. Oggi la fila ha diviso in due piazza Marconi, arrivando fino al portici che lambiscono la piazza e attraendo visitatori anche all’attigua esposizione permanente dei capolavori storici e degli strumenti contemporanei della liuteria cremonese. Nei dieci giorni della mostra dei mitici mattoncini, sono stati migliaia i visitatori, moltissimi da fuori Cremona organizzati in pullman da Torino, Udine, Bologna e in genere da tutto il nord Italia; un calcolo approssimativo li stima in non meno di 5000 presenze. Una presenza che sicuramente avrà fatto del bene a bar e ristoranti  olte che ai (pochi) negozi aperti. Grande soddisfazione da parte di uno degli organizzatori locali, Ugo Carminati di Cremona Bricks: “Abbiamo fatto riscoprire alla città un posto bellissimo, ristrutturato in modo magnifico e trascurato da troppi anni e che grazie a questa iniziativa è stato ripopolato in modo così gioioso, portando Cremona alla ribalta nazionale. Si può pensare ad una nuova edizione, magari senza aspettare un anno? “La cadenza della mostra finora è stata annuale, ma chissà, se ne potrebbe sicuramente parlare, se il Museo del Violino lo vorrà”.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti