Commenta

Tutto da copione, la Pomì stende 3-0 Urbino e ora vola

pomi evid

foto Sessa

POMI’ CASALMAGGIORE: Ortolani, Skorupa, Bianchini, Sirressi, Gennari, Quiligotti, Gibbemeyer, Agrifoglio, Klimovich, Stevanovich, Tirozzi. All.: Mazzanti.

URBINO VOLLEY: Zecchin, Agostinetto, Bruno, Fresco, Vujko, Santini, Lestini, Walker, Spelman, Giacomel, Leggs. All.: De Brandt.

ARBITRI: Montanari e Prati.

PRIMO SET – L’avvio soft delle rosa ha la prima scossa con Ortolani e Gennari: 6-3. Il muro casalese costringe De Brandt a chiamare il primo time out. La Pomì gioca al rialzo con Stevanovich che piazza una serie di murate in grado di far lievitare il punteggio: 12-3. Il punto più spettacolare del primo set se lo prende Urbino: è quello, interminabile, del 16-6 e rallenta lo scatto locale. Da +10 si passa a +9: 21-12 di Tirozzi. Ortolani trova l’incrocio delle righe dalla seconda linea, poi Gennari firma le ultime giocate rosa del set: 25-17.

SECONDO SET – Inizia meglio la Pomì che viaggia spedita sul 3-0 e incrementa il vantaggio con una sberla di Gennari: 7-2 e primo time out per Urbino. Il divario tecnico tra le due formazioni è incolmabile per le marchigiane che perdono presto la scia delle rosa: quando arriva il dato dei 2878 presenti, Casalmaggiore è già 17-5, con Bianchini a rafforzare l’attacco e Agrifoglio a dare respiro a Skorupa. Mazzanti offre minuti anche a Klimovich. Di mancino, con Tirozzi e Bianchini, va in archivio il secondo parziale: 25-8.

TERZO SET – Urbino prova a vendere cara la pelle e un muro di Walker manda le ospiti sul 3-5. Il pari arriva in un amen e con due ace di Tirozzi le rosa si mettono al volante del set. Gennari in proprio e poi con un mani-fuori del muro marchigiano fa 9-5. Sirressi con una magia toglie il pallone ad un’unghia dal taraflex e lo fa ricomparire oltre la rete: 10-5. Con Tirozzi in battuta Urbino va in tilt e un parziale di 8-0 porta il punteggio sull’11-6. Skorupa accarezza il pallone del 14-7, con il team di De Brandt che non solo cede il passo, ma saluta anche la serie A1 complice il 2-0 di Firenze. Mazzanti inserisce Klimovich, Bianchini, Agrifoglio e Quiligotti. Il vantaggio si ridimensiona: sul 20-16 Mazzanti richiama le sue. Con Novara che batte Modena al tie break e Gennari che mette giù il muro del 25-16 le rosa volano ad un solo punto dal secondo posto. Modena perde 3-2 a Novara e ora il secondo posto a un solo punto.

Simone Arrighi

GUARDA LE FOTO


© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti