Commenta

Palestra della scuola Stradivari, progetto da 290.000 euro

palestra-scuola-stradivari

Un progetto da 290mila euro per la palestra della scuola primaria Stradivari, approvato dalla Giunta nella seduta di giovedì mattina. Il progetto, illustrato dall’assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini,  riguarda il risanamento conservativo della palestra della scuola primaria “Antonio Stradivari” di via San Bernardo e comprende la bonifica con rimozione dell’amianto presente nelle lastre del manto di copertura e nell’isolamento delle tubazioni dell’impianto di riscaldamento, l’adeguamento sismico del fabbricato, il rinnovamento e l’adeguamento di impianti e finiture.

“A causa delle infiltrazioni dovute alle copiose precipitazioni, conseguenza delle precarie condizioni del manto di copertura, per ragioni di sicurezza la palestra è stata dichiarata inagibile fino a quando non potranno essere eseguiti i lavori di messa in sicurezza previsti nel progetto – fanno sapere dal Comune -. A causa dell’inagibilità, le attività motorie attualmente vengono svolte in un altro istituto scolastico con i conseguenti disagi ed oneri di trasferimento”.

Dovendo intervenire sulla copertura, è indispensabile valutare e programmare anche gli interventi necessari per conseguire un miglioramento sismico. Per fare questo è necessario eseguire, in via preliminare, la verifica di vulnerabilità  sismica, obbligo comunque previsto dalla normativa per tutti gli edifici ed opere rilevanti. L’intervento, tenuto conto delle precarie condizioni attuali e di quanto previsto dalle leggi in materia di sicurezza in generale, ha la finalità  di attuare tutte quelle misure necessarie per eliminare le condizioni di rischio e rendere nuovamente agibile la palestra.

Si procederà  pertanto alla bonifica con rimozione dell’amianto presente nella copertura e nell’isolamento delle tubazioni di riscaldamento, all’adeguamento generale della struttura portante in base ai carichi statici e alle azioni sismiche, al rinnovo e all’adeguamento degli elementi costruttivi, impiantistici, di finitura non più adeguati oppure ammalorati. Sono previsti il rifacimento dell’impianto di riscaldamento previa rimozione dell’isolamento in amianto, il rinnovamento complessivo della tinteggiatura delle superfici interne delle pareti, nonché il rifacimento dell’impianto elettrico ed illuminazione normale e di emergenza.

“Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con decreto 23 gennaio 2015, ha approvato le modalità  di attuazione della disposizione legislativa relativa a operazioni di mutuo che le Regioni possono stipulare per interventi di edilizia scolastica – fa sapere ancora la Giunta -. In base a tale disposto  Regione Lombardia ha approvato lo scorso 16 marzo la delibera “Edilizia scolastica – Bando per la raccolta del fabbisogno di interventi di edilizia scolastica, in attuazione dell’art. 10 del d.l. 12 settembre 2013, n. 104 e nuove determinazioni in merito al bando per la realizzazione di interventi di edilizia scolastica” che prevede  l’accesso da parte dei Comuni a contributi in conto capitale a fondo perduto per interventi sugli edifici scolastici. L’intervento per la scuola primaria “Antonio Stradivari” rientra tra quelli che possono ottenere tale contributo: per questo gli uffici redigeranno il progetto esecutivo in modo da essere pronti non appena sarà  aperto il bando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti