Un commento

Rocambolesca fuga con inseguimento a CremonaPo Preso rapinatore

rapina-iper-evi

E’ stato arrestato ieri pomeriggio con l’accusa di rapina impropria per aver prima rubato capi di abbigliamento, e poi per aver spintonato una commessa e ingaggiato una colluttazione con la guardia giurata per cercare di assicurarsi la fuga. Protagonista della movimentato pomeriggio è stato un romeno di 19 anni, incensurato e residente in Romania, che questa mattina, scortato dai carabinieri, è apparso davanti al giudice Francesco Sora per essere processato per direttissima. Alla fine l’imputato, difeso dall’avvocato Massimiliano Capra, ha patteggiato un anno di reclusione, pena sospesa, ed è stato liberato. Ieri il giovane, in compagnia di un connazionale, è entrato nel negozio di abbigliamento Den Store all’interno del centro commerciale CremonaPo. I due si sono presi tre maglioni e hanno raggiunto il camerino dove presumibilmente a due dei capi di abbigliamento, del valore di 70 euro, hanno tolto il dispositivo antitaccheggio. Dopodichè il complice è uscito dal negozio, mentre il 19enne è rimasto. Quando è uscito dal camerino ha riposto uno solo dei maglioni e poi è uscito. L’atteggiamento sospetto dei due è stato notato da una delle commesse che ha fermato il ragazzo prima che se ne andasse, chiedendogli spiegazioni. A quel punto il 19enne se l’è data a gambe, inseguito per le scale mobili dalla donna che nel frattempo ha chiamato in soccorso una guardia giurata. Per cercare di assicurarsi la fuga, il 19enne ha prima spintonato la commessa, e poi ha ingaggiato una vera e propria colluttazione con la guardia giurata, riuscendo ad allontanarsi. La fuga, però, è durata poco. La scena si è svolta davanti ad un folto gruppo di curiosi che erano sul punto di fermare il fuggitivo. A quel punto il romeno si è visto in trappola e alla fine ha desistito. All’arrivo dei carabinieri, il giovane, che a Cremona era solo di passaggio (probabilmente era diretto in Spagna dove abita il padre), è stato accompagnato in caserma, identificato e dichiarato in arresto. Uno dei due maglioni è stato trovato abbandonato in una siepe, mentre l’altro non è stato recuperato, neppure addosso al 19enne. Si sospetta che ne fosse stato in possesso il complice uscito prima di lui e che ora è ricercato.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Cremona ai cremonesi

    I nostri campi hanno bisogno di concime…