Un commento

Ennesimo agente aggredito in carcere Cosp: 'Episodi di violenza frequenti'

Carcere-evid

Ennesima esplosione di violenza nel carcere di cremona, dove nei giorni scorsi un altro agente di Polizia penitenziaria è stato aggredito ed è finito al pronto soccorso, fortunatamente con una prognosi di pochi giorni. A denunciare la situazione è il sindacato Cosp, che evidenzia come “Sono episodi di violenza che si ripetono con una frequenza impressionante” evidenzia il segretario nazionale Mimmo Mastrulli. La scena è più o meno sempre la stessa: “Ogni agente si trova da solo a controllare un vasto numero di detenuti. Così quando il detenuto chiama l’agente per un qualunque motivo egli si trova a dover far fronte da solo a qualsiasi situazione, che spesso sfociano in malumori e attacchi di rabbia, in cui a farne le spese è l’agente stesso”.

Sono ormai mesi che nel carcere di via Ca’ del Ferro tira un’aria decisamente pesante. “Siamo decisamente preoccupati per quello che sta succedendo – continua Mastrulli -. A fronte di questo, da parte dell’amministrazione del carcere c’è una volontà di imbavagliare noi sindacati e di non consentirci di rendere noto quanto accade tra quelle mura. Credo sia giunto il momento di prendere in mano la situazione”.

LaBos

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • un fascio di luce

    CREDO PROPRIO ANCH’IO CHE SIA GIUNTO IL MOMENTO DI PRENDERE IN MANO LA SITUAZIONE E CAPIRE COSA SUCCEDE A CHI LAVORA PER PROTEGGERCI E DIFENDERCI, MA NON PUò DIFENDERSI…