Commenta

Arrivata a Cremona la reliquia del beato Papa Paolo VI

adorazione-a-soresina-reliquia

L’adorazione della reliquia a Soresina

E’ arrivata anche a Cremona la reliquia del beato Papa Paolo VI, che in questi giorni ha fatto il giro di diversi punti della nostra Diocesi. Prima tappa in città p stata presso la casa di riposo Giovanni e Luciana Arvedi di via Massarotti. “La peregrinatio in diocesi di Cremona ha preso avvio la domenica di Pasqua al monastero della Visitazione di Soresina e si concluderà domenica 12 aprile nel monastero domenicano di S. Sigismondo” fanno sapere dal sito della Diocesi.

I Vespri solenni pasquali di domenica 5 aprile hanno segnato l’inizio della Peregrinatio della reliquia del Beato Paolo VI nella diocesi di Cremona, evento promosso e organizzato dall’Unitalsi cremonese. “E’ con emozione grande – spiega la presidentessa diocesana, Marinella Oneta – che abbiamo accolto l’invito della nostra sezione lombarda e volentieri ci siamo impegnati a preparare un “tragitto con soste speciali” tra realtà della nostra Diocesi. Vedere gli occhi sorridenti e il cuore pieno di gioia delle monache visitandine di Soresina ci ha reso ancora più consapevoli della bellezza spirituale di questo grande uomo”.

Nella mattina di martedì 7 aprile il “saluto” alla reliquia con la Messa delle 7; poi la partenza verso Cremona: prima tappa cittadina la casa di riposo “Giovanni e Luciana Arvedi”.

La reliquia – che il cardinale Angelo Scola ha donato all’Unitalsi lombarda lo scorso 11 febbraio, in occasione della Giornata mondiale del Malato – è un piccolo lembo della veste talare indossata dal grande pontefice bresciano durante l’attentato di Manila. In agosto la reliquia giungerà a Lourdes con il grande e tradizionale pellegrinaggio unitalsiano e sarà consegnata al vescovo Nicolas Brouwet come dono dell’arcivescovo Scola a ricordo del corale pellegrinaggio della Diocesi di Milano, guidato dal beato Montini nel 1958.

Per quanto riguarda il programma nella città di Cremona, la reliquia farà tappa in alcune strutture socio-sanitarie e nella casa circondariale. Ad aprire e chiudere la preregrinatio la presenza, nell’anno dedicato alla Vita consacrata, nei due monasteri di clausura presenti in diocesi. La conclusione sarà domenica 12 aprile al Monastero domenicano di S. Sigismondo: alla fine della messa, prima della benedizione, al canto di un’antifona dei santi pastori, il cappellano don Daniele Piazzi si recherà alla cappella laterale per venerare la reliquia. Seguirà l’Orazione del beato. Quindi al suono dell’organo il sacerdote tornerà alla sede per la benedizione finale. Lo stesso gesto di venerazione sarà fatta anche ai Secondi vespri. Al termine delle celebrazioni a S. Sigismondo i fedeli riceveranno un’immagine del Beato.

IL PROGRAMMA A CREMONA

Mercoledì 8 aprile

• Fondazione La Pace – Cremona

Ore 10.00  Santa Messa

Ore 16.00 Santo Rosario

Giovedì 9 aprile

• Casa di Cura Figlie di San Camillo – Cremona

Ore 08.00  Accoglienza delle reliquie quindi preghiera personale

Ore 15.00 Santa Messa

• Parrocchia S. Ambrogio  – Cremona

Ore 21.00 Santa Messa e quindi veglia di preghiera fino alle ore 23,00

Venerdì 10 aprile

• Casa di Cura Ancelle  – Cremona

Ore 09.00  Accoglienza delle Reliquie

Ore 17.30  Santa Messa

Sabato 11 aprile

• Casa Circondariale di Cremona

Ore 14.00  Santa Messa

• Monastero di San Giuseppe in San Sigismondo  – Cremona

Ore 18.00 Vespri

Domenica 12 aprile

• Monastero di San Giuseppe in San Sigismondo  – Cremona

Ore 11.00 Santa Messa

Ore 17.00 Vespri

Ore 17.45 Santo Rosario

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti