Commenta

Tenta il suicidio in carcere, impiccandosi alla finestra della cella un mese prima della scarcerazione salvato in extremis 32enne

carcere-suicidio-evid

AGGIORNAMENTO – Ennesimo episodio di violenza nel carcere di Cremona, dove nella tarda serata di mercoledì un detenuto di nazionalità marocchina ha tentato il suicidio nella propria cella, impiccandosi alla sbarra della finestra mentre il suo compagno di stanza stava dormendo. Fortunatamente gli agenti di polizia penitenziaria si sono resi conto di quanto stava accadendo e sono accorsi a salvarlo, evitando il peggio. Le condizioni dell’uomo in un primo momento sembravano decisamente gravi, tanto che immediatamente sono stati allertati i soccorsi. Gli uomini del 118 hanno prestato all’uomo, un giovane di soli 32 anni, le prime cure, poi lo hanno trasportato in ospedale. Le sue condizioni sono di media gravità, ma non è in pericolo di vita. Il giovane si trovava nella struttura nuova, dove le porte delle celle rimangono aperte. La sua scarcerazione è prevista per il 30 aprile. Ora il 32enne è sotto controllo medico. Ancora ignote le motivazioni del suo gesto.

Si tratta dell’ennesimo episodio che coinvolge la struttura di via Ca’ del Ferro, dove ormai sono quasi quotidiani episodi di risse tra detenuti, aggressioni ad agenti e tentati suicidi. Un clima di tensione che ormai da mesi alcuni sindacati della Polizia penitenziaria stanno denunciando, chiedendo interventi anche a livello ministeriale. “Come Sappe denunciamo ancora una volta un clima che è tutt’altro che sereno, come invece vorrebbero farci credere, e torniamo a chiedere che venga fatta una ispezione ministeriale. Chiediamo inoltre la sostituzione del direttore e del comandante di reparto, che non riescono a gestire la situazione”.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti