Commenta

Mobilità in centro, presentazione proposta lunedì ai commercianti

mobilità-evid

A sinistra corso Garibaldi davanti al Cittanova. Da una decina di giorni è comparso il cartello ‘isola pedonale’: solo per la piazza, o in un prossimo futuro anche per la strada?

La revisione della mobilità in centro storico debutta lunedì prossimo, 4 maggio, davanti ai rappresentanti delle categorie economiche del Duc (distretto urbano del commercio). Si tratta della prima presentazione ufficiale della proposta elaborata dagli uffici comunali, su uno dei temi clou dell’azione amministrativa. Molte le indiscrezioni circolate negli ultimi mesi, poche le certezze, se non che si andrà verso la conferma dell’attuale zona pedonale, con qualche ulteriore estensione (largo Boccaccino, che in teoria dovrebbe già essere off limits per le auto ma di fatto non lo è). Quasi certa anche l’inversione oraria della ztl tra via Verdi e via Manzoni, con il passaggio auto vietato di giorno e consentito nelle ore serali. Ma questa stessa zona potrebbe anche diventare isola pedonale, quanto meno una parte di essa, ad esempio lo snodo Capitano del Popolo – via Gramsci. Questo significherebbe l’eliminazione delle aree blu di sosta a rotazione gestite da Aem. Tra le indiscrezioni che ne sono anche altre che riguardano corso Garibaldi. Ad esempio la possibilità che vengano imposte limitazioni al traffico (ztl o addirittura isola pedonale) nel tratto di corso Garibaldi tra via Villa Glori e via dei Mille. L’installazione di un cartello con l’indicazione ‘isola pedonale’, davanti a piazza Cittanova (vedi foto in alto) una decina di giorni fa, lascia pensare che questo non sia solo il destino della piazza acciotolata, da sempre vietata alle auto, ma anche quello della strada. Pare inoltre che il Comune potrebbe rimettere la videocamera all’altezza dell’ intersezione Garibaldi / via dei Mille.

Altro punto caldo è il tratto iniziale di corso Vittorio Emanuele II . Qui molti commercianti hanno chiesto espressamente al Comune di non prevedere limitazioni di traffico, ma le modifiche già avvenute (vedi inversione di via Ala Ponzone per poter raggiungere il parking Marconi)  e il fatto che le auto siano già off limits il mercoledì e il sabato, fanno pensare che le trasformazioni siano ormai prossime.

Quello di lunedì sarà solo un primo passaggio con le categorie economiche, in particolare le associazioni dei commercianti, le cui attività sono le più esposte alle ripercussioni delle modifiche al traffico e che finora hanno lamentato lo scarso coinvolgimento nella fase progettuale. Seguiranno altre presentazioni pubbliche, imminente è la convocazione di una commissione comunale a tema. Ma nonostante le assicurazioni degli assessori competenti (Alessia Manfredini per la Mobilità; Barbara Manfredini per il Commercio) le categorie economiche temono fortemente che tutto sia già stato deciso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti