Commenta

Grande successo per la 31ª edizione del Torneo dell'Allegrezza

Grande successo per la 31esima edizione del Torneo dell’Allegrezza, manifestazione sportiva svoltasi nella palestra di via Corte, promossa dall’associazione Kodokan Cremona, fondata da Giorgio Sozzi con presidente Andrea Sozzi e vice presidente Ilaria Sozzi.

Al Torneo, che prevede prove di tecnica judo e abilità motoria sul tatami, hanno partecipato diversi centri che lavorano con il Kodokan, due di Cremona (Cdd e Cooperativa Lae, quest’ultima detentrice del titolo avendo ottenuto i migliori risultati nella scorsa edizione) e quattro di paesi limitrofi  (Centri per disabili di Regona, Pessina Cremonese, Quinzano e Orzinuovi). Alla manifestazione ha preso parte anche l’assessore al Welfare di comunità con delega allo Sport Mauro Platè. Presente anche Benedetta Sforza che domenica a Conversano (Bari) ha conquistato il bronzo ai campionati Italiani junior di judo. Tra i giudici anche Cesare Beltrami, presidente del Panathlon Cremona.

L’iniziativa è inserita nel progetto ExSportAbile, promosso dal Comune di Cremona, e cofinanziato dalla Regione Lombardia sui fondi per progetti speciali in tema sportivo. Come è noto, ExSportAbile si propone di sostenere la pratica sportiva integrata e inclusiva sul territorio e di sensibilizzare rispetto all’importanza dello sport per le persone con disabilità.

Il progetto di judo speciale del Kodokan Cremona si pone obiettivi soprattutto educativi e socializzanti, ma il torneo sarà una gara vera: il Torneo offre uno stimolo agonistico, mantenendo la sicurezza e la serenità tra i ragazzi. Le prove sono infatti adattate alle effettive possibilità dei partecipanti. Nel Torneo dell’Allegrezza (un connubio di allegria, elemento chiave sul tatami, e leggerezza, poiché attraverso la collaborazione si condivide il peso della disabilità) operatori, volontari e ragazzi con disabilità gareggiano insieme cooperando per ottenere un successo di squadra. Sono attesi circa 50 partecipanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti