Cronaca
Commenta28

Il sottopasso di via Brescia è aperto (alle bici) Contestazioni per il senso unico

foto Sessa

AGGIORNAMENTO – Prime ore di apertura (solo per biciclette e pedoni) per il nuovo sottopasso di via Brescia. Alle 16.30 di oggi mercoledì 20 maggio si è fatto un primo taglio del nastro virtuale dell’opera che, insieme al sottopasso di via Persico, è stata pensata per eliminare le lunghe soste dei veicoli alle sbarre dei passaggi a livello. Presenti tra gli altri il sindaco Gianluca Galimberti, l’assessore Alessia Manfredini e l’assessore Barbara Manfredini. Ma le polemiche sono giunte già nei primi minuti, da parte di alcuni commercianti e residenti di via Brescia e delle limitrofe vie Francesco Soldi ed Esilde Soldi, che hanno fatto sentire la loro voce contro l’utilizzo del sottopasso solo per un unico senso di marcia per le auto, a favore invece di una pista cicopedonale spaziosa (oltre tre metri). Polemiche già emerse nel corso dell’ultima assemblea del quartiere 5.

Il sindaco, dal canto suo, ha sottolineato che ancora non è stato deciso in via definitiva come verrà utilizzato il sottopasso, anche se le misure lasciano poco adito a dubbi: per far passare due auto contemporaneamente (come prevederebbe il doppio senso di marcia), infatti, sarebbe necessario fare una pista ciclabile di solo 1,5 metri, che diventerebbero ancora meno calcolando le dimensioni del cordolo di separazione. Ciò comporterebbe, come ha mostrato l’assessore Alessia Manfredini, che due bici in contemporanea non riuscirebbero a transitare in quanto il passaggio sarebbe troppo stretto.

Qualche dubbio c’è anche sull’altezza del sottopasso, di solo 2,50 metri. Esso sarebbe infatti sufficiente soltanto per autovetture e furgoni di dimensioni ordinarie, mentre già l’ambulanza potrebbe avere qualche difficoltà a passare (questo dipenderà ovviamente dall’altezza del mezzo).

Per il momento il sottopasso rimane aperto solo per pedoni e biciclette, ma solo quando saranno conclusi i lavori alle fognature di via Esilde Soldi (che partiranno a giugno), si dovrebbe riuscire ad aprire anche alle auto. “Questa non è una vera inaugurazione – ha infatti evidenziato il sindaco Galimberti -, ma solo una fase di passaggio. Quando ci sarà la vera inaugurazione, come per via Persico saranno presenti anche gli ex sindaci Corada e Perri, perché vogliamo evidenziare la continuità del lavoro istituzionale”. Dopo il discorso del sindaco don Giuliano Vezzosi, parroco di San Bernardo, ha dato la sua benedizione alla infrastruttura. Quindi i bambini della scuola Stradivari, insieme al sindaco e agli assessori, hanno attraversato insieme il sottopasso.

Intanto il Comune continua a studiare le soluzioni possibili per terminare l’opera e capire se sarà a doppia corsia o a senso unico. “I primi risultati dei flussi di traffico elaborati da una società esperta in tema di trasporti consentono di osservare che, data la riconfigurazione dei flussi, la scelta di istituire un senso unico su via Brescia, in direzione nord o in direzione sud, non evidenzia particolari condizioni di criticità sulle strade del comparto” fanno sapere dal Comune. “In ogni caso sulla viabilità proseguirà il confronto con i residenti, i commercianti e i titolari di esercizi pubblici che hanno un’attività in via Brescia. Particolare attenzione sarà riservata alla sicurezza dei pedoni, nonché alla necessità di dotare l’intera zona di piste ciclabili”.

GALLERIA FOTOGRAFICA

LaBos

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti