Commenta

Differenziata estesa a tutta la città, la Giunta approva

differenziata

Estensione a tutta la città della raccolta differenziata con un minor costo per i cittadini di oltre 560 mila euro. Questo il contenuto del Piano Economico Finanziario per la gestione del ciclo dei rifiuti per l’anno 2015 presentato da Aem Gestioni srl e approvato dalla Giunta. I costi complessivi del servizio, che per legge vengono interamente coperti dalla Tari, passano da 10.558.456,00 del 2014 a 9.995.034,00 del 2015: 563.422 euro in meno.

Il Piano Economico Finanziario tiene conto dell’estensione del servizio dal 1° luglio nelle zone esterne cittadine e dal 1° ottobre nel centro storico. Con il nuovo modello tutti i cittadini pagano per il medesimo servizio, ovvero quello della raccolta all’esterno. Con una possibilità importante: analogamente con quanto accade in alcune città italiane, il gestore si rende disponibile a stipulare accordi direttamente con i condomini che hanno più di 5 unità abitative per svolgere un servizio di raccolta interno opzionale a pagamento, al costo concordato con il Comune di massimo di due euro al mese per utenza.

L’estensione del sistema porta a porta a tutto il territorio comunale con l’obiettivo del 70% di raccolta differenziata, permetterà: la riduzione della produzione complessiva di rifiuti prodotti, la massimizzazione del recupero di materie ‘seconde’ dai rifiuti, la riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati, il miglioramento delle tecniche di monitoraggio e misurazione delle produzioni di rifiuti conferiti sia per le utenze domestiche sia per le utenze non domestiche, il miglioramento del decoro cittadino con l’eliminazione dei contenitori stradali, l’applicazione di sistemi di tariffazione sempre più puntuali secondo il principio europeo ‘chi inquina paga’.

Il Piano Economico Finanziario passa ora in Commissione e poi in Consiglio comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti