Cronaca
Commenta39

Dopo le onde blu ecco le isole colorate Un palco dietro le absidi del Duomo I primi disegni dei nuovi arredi

AGGIORNAMENTO  – Dopo le anticipazioni di Cremonaoggi, diffuse dal Comune le prime simulazioni di come potrebbero cambiare alcune aree delle isole pedonali con la realizzazione del progetto di rigenerazione urbana presentato dal Comune ai commercianti. “Luoghi di socialità – spiegano dal Comune –  giochi disegnati per terra su appositi materiali, aree eventi, lettura, wi-fi e un ricco programma di animazione. Questi gli ingredienti principali del nuovo progetto di rigenerazione urbana che, dopo l’esperienza del ‘Fiume urbano’ di corso Garibaldi, animerà nel periodo estivo ancora corso Garibaldi e quest’anno anche corso Mazzini e Largo Boccaccino. Il progetto è già stato presentato dall’Assessore alla Città vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini, dall’Assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini e dall’Assessore all’Area Vasta e alla Casa Andrea Virgilio al Distretto Urbano del Commercio e all’Ordine degli Architetti di Cremona. Un lavoro lungo ed intenso condotto da un apposito staff costituito per l’occasione dagli Assessori e da tecnici comunali di vari settori (Politiche Educative, Periferie, Mobilità, Polizia Locale, Urbanistica, Cultura, Commercio, Comunicazione, Patrimonio, Segnaletica, Verde, Qualità Urbana). Gli uffici hanno elaborato il progetto partendo da una attenta lettura dei luoghi intesi come spazi fisici e dalla loro fruibilità. L’obiettivo dello staff: implementare la specifica vocazione “pubblica” e l’assetto pedonale dei tre luoghi individuati, rendendoli idonei ad ospitare attività di rivitalizzazione/animazione e facendoli diventare poli di interesse da parte di fruitori, cittadini e turisti. Piazzole di vario tipo saranno posizionate in tutti e tre i luoghi. In corso Garibaldi una attenzione particolare sarà data alla zona antistante la casa nuziale di Stradivari dove verrà collocata una piazzola di ‘incontro’ che diventerà segnale attrattivo per i previsti momenti musicali a commemorazione del grande liutaio. In Largo Boccaccino una valorizzazione dell’arena naturale. La parte alta dell’area, con lo sfondo dell’abside del Duomo, verrà utilizzata come palco per intrattenimenti ed animazioni. Oltre alla collocazione delle aree, sono previsti anche l’installazione di gazebo, il posizionamento di sedute e la riqualificazione di fioriere. Il costo del progetto verrà coperto da un apposito capitolo dedicato alla rigenerazione urbana nel Bilancio di previsione che è in fase di stesura”.


Dopo le onde blu del 2014, la prossima estate corso Garibaldi sarà ancora colorata, anche senza pittura sull’asfalto. L’assessorato alla Rigenerazione Urbana di Barbara Manfredini ha pensato ad un progetto che prevede la creazione di ‘isole’ in alcuni punti strategici, dove verranno collocati tappeti colorati, adatti all’uso esterno, con copertura in materiale leggero per fare ombra. Ogni isola avrà una sua connotazione: spazio per il wi-fi, area lettura, area giochi per bambini, area eventi (quest’ultima di fronte alla casa dove abitò Stradivari). Il tutto per fare in modo che la gente sia invogliata a scendere dai marciapiedi e passeggiare in mezzo alla strada. Come emerso nella riunione tra amministrazione comunale e commercianti (il tavolo del distretto urbano del commercio) oggi pomeriggio, corso Garibaldi non viene ancora percepito come isola pedonale, i passanti camminano perlopiù raso muro e c’è la necessità di farlo vivere come come spazio aggregativo. Il rifacimento del selciato con pavimentazione di pregio come fatto in corso Vittorio Emanuele II non è al momento possibile per via dei costi: eppure sarebbe questa la soluzione definitiva per trasformare davvero il corso in un’isola pedonale.

Fermo restando che tutti i progetti di animazione urbana presentati oggi devono ancora ricevere il via libera dalla Soprintendenza, il Comune sta pensando anche di creare in largo Boccaccino una sorta di arena musicale sfruttando i gradini delle absidi del Duomo. Qui verrebbe collocato un palco che ospiterà la programmazione estiva o concerti estemporanei. Sul selciato di largo Boccaccino, completamente sgombero da parcheggi, verrà stesa una copertura e saranno collocate una cinquantina di sedili fissi per assistere allo spettacolo. Pare che i rappresentanti delle categorie economiche del Duc (Asvicom, Confcommercio, Confesercenti, Botteghe del Centro) abbiano visto con favore i progetti, che avranno durata limitata, da giugno a settembre. Anche corso Mazzini, finalmente sgombero dagli autobus, acquisterà a tutti gli effetti l’atmosfera di isola pedonale: arredo urbano sotto forma di sedute a cubo, nuove fioriere, un’isola per eventi nella parte dove il corso si allarga, oltre via Mercatello; un’area lettura nella parte verso piazza Roma. Soprintendenza permettendo.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti