Commenta

Scontro frontale a Costa L'avvocato Boschiroli è uno dei feriti

L'avvocato Martino Boschiroli

“Sto bene, anche se sono pieno di botte”. E’ l’avvocato Martino Boschiroli, 69 anni, di Crema, che parla, vittima oggi alle 12.20 di un incidente a Costa S. Abramo, mentre stava tornando dal tribunale a Cremona. Il legale cremasco, che in questi giorni sta mettendo a punto, con la figlia Elisa, la difesa per il processo d’appello bis istruito a Milano su disposizione della Cassazione degli imputati nel delitto di Angelo Ogliari, era alla guida della sua Lancia Y sulla Paullese nei pressi di Costa S. Abramo quando è stato investito da un Suv, un’Audi Q5 che proveniva dalla parte opposta. “Ho visto quest’auto – riprende l’avvocato – invadere la mia corsia e venirmi addosso. Ho avuto davvero paura e, data la differenza di volume delle due macchine, ho pensato che non me la sarei cavata. Invece, la mia Y si è comportata egregiamente, proteggendomi. Sono esplosi gli air bag e la cellula vitale ha tenuto bene. Sono stato subito soccorso e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Cremona, dove mi hanno riscontrato alcune ferite in volto, forse qualche costola incrinata e la rottura di alcune dita del piede sinistro. Però me la sono cavata e questo è l’importante. L’auto è andata distrutta”. L’investitore, F. M., 71 anni di Cremona, ha riferito all’avvocato di essere rimasto per un attimo abbagliato e per questo di aver invaso la corsia opposta senza rendersene conto. L’incidente è stato rilevato dai carabinieri di Castelverde e sul posto sono intervenuti anche ambulanza, auto medica, polizia locale, stradale e i vigili del fuoco di Cremona.

Pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti