Commenta

Informagiovani e Centro Fumetto nell'ex museo Stradivariano

Il Comune torna ad investire sul complesso di palazzo Affaitati, sede del Polo Museale. Nel piano dei lavori pubblici di quest’anno c’è la climatizzazione della sala del Quattrocento, intervento indispensabile per ricostruire le condizioni microclimatiche adatte alla conservazione di beni come l’armadio del Platina (intervento da 175mila euro); ma c’è anche l’adeguamento dell’ex museo Stradivariano, vuoto da quando i reperti sono stati spostati al Museo del Violino, per farne sede dell’Informagiovani e del Centro Fumetto. Una politica di risparmio sugli affitti – l’attuale Informagiovani si trova in un contesto privato all’inizio di via Palestro – e di creazione di un polo per l’utenza studentesca e giovanile recuperando un’immobile di proprietà inutilizzato.  Per l’ex ala stradivariana del museo Civico, che guarda proprio verso via Palestro dove si trova il maggior numero di scuole superiori,  il Comune aveva tentato la carta dell’affitto a privati per farne un ristorante – bistrot. Gli alti costi di ristrutturazione però, che sarebbero stati a carico del concessionario, avevano fatto fallire le gare. Ora la scelta di un utilizzo interno alle necessità dell’amministrazione, con migliorie del valore di 150mila euro, inserita nel piano delle opere pubbliche di quest’anno.  Il Centro Fumetto invece ha sede nella palazzina di piazza Giovanni XXIII della Fondazione Città di Cremona, proprietaria anche di un altro immobile per cui il Comune paga un consistente affitto, quello delle Entrate di via Geromini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti