Commenta

Guasti, soppressioni e treni sovraffollati L'incubo estivo dei pendolari

pendolari-evid

Come ogni estate, anche quest’anno con il caldo i problemi dei pendolari cremonesi incrementano quasi di pari passo con le temperature. In questi giorni è tornato l’incubo dei treni soppressi. Già nella prima mattinata di giovedì sono stati cancellati due convogli sulla Treviglio-Cremona: quello delle 6.54 e quello delle 8.07. Cancellato anche il Codogno-Milano delle 7.44 a causa di un guasto. Un episodio simile, peraltro, si era già verificato nella serata di mercoledì, sempre sulla stessa tratta.

Come se non bastasse, i numerosi guasti hanno costretto i treni funzionanti ad effettuare fermate straordinarie, con l’ovvio conseguente accumulo di ritardi.

Problemi anche sulla Brescia- Cremona, sempre nella serata di mercoledì: due convogli consecutivi, uno alle 18.38 e uno alle 20.38, in partenza da Brescia per la città del Torrazzo, sono stati soppressi a causa di guasti, creando non pochi problemi ai pendolari che dovevano rientrare in città.

Come se non bastasse, molti pendolari lamentano problemi tecnici: dai guasti all’aria condizionate all’esatto opposto, ossia condizionatori a temperature decisamente troppo basse. In alcuni casi è stata addirittura segnalata la presenza di acqua di condensa che “piove” sui sedili. Sempre a causa delle soppressioni, gli altri treni risultano ovviamente sovraffollati, costringendo i viaggiatori a stare in piedi, stipati come sardine.

LaBos

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti