Commenta

Anche i militari di Cremona in Iraq come addestratori contro l'Isis

genieri

Ci sono anche i militari del decimo reggimento Genio guastatori di Cremona a Erbil, in Iraq, nella zona del Kurdistan iracheno, dove si combatte contro le milizie dello stato islamico. Un gruppo di soldati che da giugno si è unito alla task force del ‘Kurdistan training coordination center’, nell’ambito dell’operazione ‘Prima Parthica’. Una missione che va ad aggiungersi agli altri impegni che i militari della Col di Lana stanno portando avanti anche su altri fronti esteri, in Kosovo e in Afghanistan, in collaborazione con altri contingenti. L’obiettivo – confermato dal sito del ministero della difesa – è addestrare i soldati dell’esercito iracheno e i peshmerga nella lotta al terrorismo islamico.

L’impegno italiano si quantifica in 500 uomini impegnati, oltre che nel supporto aereo, anche nell’addestramento delle truppe di terra che il governo iracheno potrà schierare in prima linea nelle operazioni militari contro l’Isis. Gli addestratori italiani della Task Force “Erbil” stanno inoltre collaborando con gli istruttori militari statunitensi per far conoscere le armi che a breve saranno a disposizione delle forze di sicurezza curde.

Libano e Afghanistan insegnano che addestrare le forze locali è fondamentale nella lotta al terrorismo. Ed è per questo che da un anno l’esercito italiano è impegnato nella missione, con uomini e mezzi. Alcuni anche della nostra caserma Col di Lana. Sulla task force Erbil a momento rimane il massimo riserbo. Per ragioni di sicurezza, e per la prima volta nella storia militare, non si conoscono i nomi dei comandanti dei reparti presenti in Iraq. Si sa soltanto che nei prossimi mesi potrebbero esserci nuove partenze.

Michela Cotelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti