Ultim'ora
Commenta

Pizzighettone, lavori per nuova centrale idroelettrica

Il Consiglio Comunale di Pizzighettone, sotto la guida dell’Assessore all’ambiente Cristina Carminati, prima della pausa estiva ha approvato la convenzione con la società Edison S.p.a. per la costruzione e l’esercizio di un impianto idroelettrico. Si tratta di una centrale idroelettrica interrata dotata di due turbine e un generatore che trova spazio sulla sponda sinistra del fiume e che prevede anche ulteriori opere di collegamento con la rete elettrica nazionale e una scala di risalita per la fauna ittica. “Il Comune di Pizzighettone ha seguito da vicino tutte le fasi autorizzative del progetto facendo le proprie osservazioni e richieste. Particolari accorgimenti sono stati previsti anche per minimizzare l’impatto ambientale in fase di cantiere. L’opera dovrebbe essere realizzata entro il 2016.” – sottolinea Cristina Carminati. Anche la costruzione del cantiere avrà un impatto minimo sul territorio: è prevista dalla convenzione infatti la massima attenzione da parte di Edison anche alla riqualificazione e all’ampiamento della sede stradale in prossimità dello svolgimento dei lavori. I cittadini di Pizzighettone non verranno quindi penalizzati dalla presenza del cantiere operativo.

L’edificazione e la messa in opera della centrale si inserisce in un percorso condiviso all’interno del Patto dei Sindaci che il Comune di Pizzighettone ha sottoscritto in merito alle energie rinnovabili e alla riqualificazione delle zone di valore ambientale e storico-naturalistico del territorio comunale. “La centrale idroelettrica è un’opera importante per il nostro territorio innanzitutto perché verrà ripristinata la stabilità della briglia sul fiume Adda a ridosso del nostro territorio, mediante la realizzazione di una rampa di grossi massi. – continua l’Assessore all’ambiente –  E’ un intervento che Edison realizzerà su indicazione di Aipo, un lavoro del valore di circa 800.000 euro, che rientra tra le misure di compensazioni ambientali”.

Una convenzione, quella sottoscritta, che porta quindi notevoli vantaggi al Comune di Pizzighettone e ai suoi cittadini: sia un impatto paesaggistico, si un introito per le casse comunali. “E’ bene chiarire che la normativa in materia prevede che chi realizza una centrale non sia tenuto a riconoscere al Comune nessun corrispettivo in denaro a titolo di compensazione ambientale e che, comunque, le misure di compensazione ambientali e territoriali, non possono, nel totale, essere superiori al 3 per cento dei proventi derivanti dalla valorizzazione dell’energia elettrica prodotta annualmente dall’impianto. Aver ottenuto, già a partire dal 2015, tramite una convenzione che copre tutta la durata trentennale della concessione, anche una compensazione di 25.000 euro annui da devolvere ad interventi ambientali sul nostro territorio per i prossimi 15 anni (oltre all’1% dei ricavi per i successivi 15 anni), è sicuramente un ottimo risultato – spiega Cristina Carminati”.  Edison riconoscerà all’amministrazione di Pizzighettone anche 7000.00 euro di rimborso delle spese amministrative, tecniche e patrimoniali per la gestione della pratica relativa alla costruzione della centrale e delle opere viabilistiche.

“L’auspicio – conclude l’Assessore all’ambiente – è che finalmente anche il Parco Adda Sud possa comprendere l’importanza di condividere, già da subito, progetti comuni per la riqualificazione delle zone con valenza ambientale e/o storica nel Comune di Pizzighettone, ricadenti nel perimetro del Parco Adda Sud”.

Questo per il nostro comune significa aver individuato nel tempo risorse economiche da utilizzare per la riqualificazione delle aree demaniali, circa 300mila metri quadrati di aree tra Pizzighettone e Gera ricche sia dal punto di vista naturalistico sia storico e architettonico con la presenza della bellissima cerchia muraria.

La costruzione e la realizzazione della centrale avrà infine una finalità e un risvolto anche educativo e didattico. Edison infatti, in un percorso coordinato con il Comune, renderà disponibile la fruizione di visite guidate presso la centrale per scuole o gruppi, per far conoscere al meglio il valore ambientale ed energetico di un impianto di questo genere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Tags
Commenti