Ultim'ora
Commenta

Bassano-Cremonese finisce in pareggio: un punto prezioso

Mister Pea si affida alla coppia d’attacco Brighenti – Forte per la prima uscita ufficiale della sua Cremonese a Bassano (fischio d’inizio alle 17,30). Questa dunque la formazione ufficiale che della scorsa stagione, oltre a capitan Brighenti, vede solo la presenza di Crialese tra i titolari: Ravaglia, Russo, Crialese, Formiconi, Zullo, Briganti, Bianchi, Rosso, Brighenti, Benedetti, Forte.
A disposizione: Galli, Marconi, Gambaretti, Eguelfi, Djiby, Moroni, Gargiulo, Magnaghi, Maiorino.

Risponde Mister Sottili con: Rossi, Toninelli, Semenzato, Davì, Zanella, Martinelli, Falzerano, Proietti, Germinale, Candido, Iocolano.
In panchina: Costa, Barison, Stevanin, Cenetti, Gargiulo, Toso, Voltan, Misuraca, Frabbro, Guadagnin.

Arbitrerà la gara Antonio Giua di Pisa coadiuvato dagli assistenti Michele Lombardo di Brescia e Marco Novellino di Brescia.

PRIMO TEMPO – Bassano in campo con un 4-2-3-1 mentre Pea schiera l’annunciato 3-5-2 con Andrea Rosso davanti alla difesa. Una Cremonese che non concede nulla agli avversari e dimostra l’annunciata concretezza difensiva, ma che, quando si spinge in avanti non trova la via della porta, spesso per incomprensioni tra giocatori. Da segnalare all’8′ un contatto dubbio tra Forte e Zanella in area di rigore, l’arbitro dà però ragione al difensore.

Il Bassano passa al 24′ su calcio piazzato grazie ad una punizione esemplare di Candido, imprendibile. Un po’ ingenuo il fallo di Russo su Iocolano, spalle alla porta, da cui è nato il vantaggio dei veneti. La Cremonese reagisce e al 36′ va alla conclusione con Forte, il suo tiro però è centrale e Rossi parà senza difficoltà. Poco dopo ci prova anche Brighenti di testa ma viene anticipato dal portiere in uscita. Le squadre vanno al riposo sull’1-0 per i padroni di casa. Nel complesso una Cremonese che si muove bene ma che deve ancora trovare quegli automatismi necessari per concretizzare le azioni in avanti, bene come detto la difesa, migliore in campo forse Benedetti in netta crescita di condizione.

SECONDO TEMPO – Seconda frazione di gioco che ricomincia con gli stessi protagonisti in campo. Primo quarto d’ora molto nervoso, continuamente interrotto dai fischi dell’arbitro. Le squadre si affrontano con grinta senza risparmiarsi. Il primo cambio per la Cremonese arriva al 14′ con l’ingresso di Moroni per Benedetti. Poco dopo Sottili inserisce Fabbro per Germinale e Misuraca per l’autore del gol Roberto Candido. Pea risponde con Djiby che sostituisce uno stanchissimo Bianchi e Maiorino per Russo, andando a modificare l’assetto tattico grigiorosso in un 4-3-3.

Al 27′ provvidenziale salvataggio di Briganti salva su Fabbro lanciato sul filo del fuorigioco. La Cremonese attacca incitata dai suoi tifosi, ma è ancora il Bassano ad andare vicino al gol con una azione personale di Fabbro. Finale incandescente con tutta la Cremonese sbilanciata in avanti e il Bassano che agisce in contropiede. La Cremonese ci crede ed è capitan Brighenti che agguanta il pareggio al 38′ girando in rete il primo pallone giocabile.

Gli ultimi minuti sono  tutti di marca giallorossa con Iocolano e compagni in cerca del vantaggio; allo scadere del 90′ si mette in mostra Maiorino con un gran tiro di poco sopra la traversa. Finisce 1-1, un punto prezioso per la squadra di Pea che ha mostrato alcuni limiti nella costruzione del gioco ma avuto il merito di non mollare mai.

Maria Cristina Coppola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti