Ultim'ora
Commenta

Siap: 'Accorpamento? Presto per allarmi Ma avrebbero dovuto coinvolgerci prima' Segretario nazionale in Questura per assemblea

AGGIORNAMENTO – Il segretario nazionale del sindacato di polizia Siap, Enzo Delle Cave, invita alla calma sul possibile accorpamento della Questura di Cremona a Mantova (“siamo ancora in una fase embrionale della questione”) ma promette di tenere alta l’attenzione sul tema e non risparmia critiche per un mancato confronto precedente con chi ha architettato il possibile accorpamento (“avrebbero potuto informarci prima e coinvolgere prima le parti interessate”). Il commento di Delle Cave arriva al termine di un’assemblea sindacale generale organizzata dal Siap in Questura mercoledì mattina, nei locali dell’ufficio del capo di gabinetto, a cui ha partecipato, oltre alla segreteria provinciale guidata da Marco Severino, anche il segretario regionale Gianluca Brembilla.

“Durante l’assemblea – spiega Delle Cave – il personale si è mostrato interessato a informazioni sul possibile accorpamento. Siamo però ancora in un fase embrionale. Ci piacerebbe sapere qual è il progetto reale. La politica si deve assumere le sue responsabilità. Bisogna sapere come sarà la situazione dopo la riforma. Non vorremmo scoprire poi, a cose fatte, situazioni negative”. “Abbiamo avuto la documentazione – prosegue il segretario nazionale del Siap – due giorni prima dell’incontro con cui ci è stata illustrata la questione. Avrebbero potuto informarci prima e coinvolgere prima le diverse parti interessate, evitando così di provocare allarmismi. Evidentemente il progetto non è un’idea dell’ultimo minuto. Entro fine anno il Governo vuole chiudere la partita. C’è la garanzia che non ci saranno tagli del personale o una diminuzione del livello di sicurezza. Noi restiamo vigili e aspettiamo i prossimi incontri. E’ ancora presto per gli allarmi”.

“Sono state trattate anche le altre problematiche locali – aggiunge Severino – e abbiamo alla fine visto il nuovo questore Gaetano Bonaccorso, che ha potuto incontrare il segretario nazionale e il segretario regionale del Siap e conoscere le nostre posizioni. Il dottor Bonaccorso ci è parso ben predisposto al confronto, una questore giovane con idee giovani. Tra le problematiche locali di cui ci stiamo occupando con il Siap, le questioni del nuovo personale, del parco mezzi da migliorare e delle caserme”.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti