Politica
Commenta20

Viaggio in Corea: 'Sgarbo istituzionale non rispondere all'invito'

In merito al viaggio in Corea del Sud, e precisamente nelle città di Gyeongju e Goryeong-gun della delegazione cremonese, è intervenuta Simona Pasquali, presidente del Consiglio comunale di Cremona. La Pasquali, “pur rispettando il diritto dei consiglieri di presentare interrogazioni al Sindaco e non entrando nel merito delle risposte”, ha però espresso alcune precisazioni.

“Quando ci si riferisce alla rappresentanza istituzionale, che è diversa da quella politica, i livelli istituzionali previsti sono Sindaco, Presidente del Consiglio, Vice Sindaco, Vice Presidente del Consiglio e solo in seguito Consiglieri e Assessori.

L’invito delle istituzioni coreane alle istituzioni cittadine cremonesi era già stato rivolto in via ufficiosa a novembre in occasione della loro visita.

Nei mesi successivi tale invito è stato ufficializzato e non rispondere sarebbe stato uno sgarbo istituzionale.

Nella composizione della delegazione, con il Sindaco, si era pensato subito anche a una rappresentanza del Consiglio Comunale ai massimi livelli.

Poi, per motivi personali, mi sono trovata impossibilitata a partecipare e, di conseguenza, il Vice Presidente Andrea Sozzi, che era già di fatto invitato, si è trovato a rappresentare l’intero Consiglio in mia vece mentre il Consigliere Comunale Luca Burgazzi, Presidente della Commissione Consiliare Permanente Cultura, è stato scelto per attinenza al settore di sua competenza oltre al fatto che durante la visita di novembre, momento in cui fu firmata in Sala Quadri una lettera di intenti, il Consigliere era stato ampiamente coinvolto nelle attività di accoglienza e quindi già conosciuto dai rappresentanti della città ospite.I due colleghi sono stati autorizzati alla missione istituzionale da questa Presidenza.

L’unico costo sostenuto per loro è stata l’assicurazione sanitaria pari a Euro 110,00 complessivi, tutti gli altri costi sono stati sostenuti dalle istituzioni coreane.

Negli ultimi giorni di missione, tra l’altro, il Vice Presidente Sozzi sarà la massima autorità cremonese e rappresenterà la città in quanto il Sindaco rientrerà a Cremona due giorni prima.

Infine vorrei ricordare che il ruolo del Vice Presidente, forse a volte non valorizzato a sufficienza, per legge, invece, garantisce e consente alla minoranza che lo elegge di avere un alto rappresentante istituzionale: questo democraticamente dovrebbe essere considerato un vanto ed un valore aggiunto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti