Cronaca
Commenta

Un acquirente per area lungo tangenziale 400mila euro nelle casse del Comune

C’è un acquirente per l’area edificabile di proprietà comunale collocata tra via Eridano e via Monviso, i due rami della tangenziale quasi al confine con l’area Tamoil. Inserita nel piano delle alienazioni del Comune, l’area si estende su poco meno di 10mila metri quadrati, tra zone scoperte ed edificate. Il 23 settembre è pervenuta in Comune un’offerta, poi integrata il giorno successivo, per un valore di 400mila euro. Il Comune ha quindi emesso un avviso d’asta pubblica – come prevede la procedura –  per sondare la possibilità di altre offerte, ovviamente al rialzo. Il vasto piazzale costituisce una via d’accesso a diverse attività produttive, pertanto dovranno essere mantenute le relative servitù di passaggio. Per l’ente locale si tratta di un insperato introito, vista la sorte di molti altri bandi di alienazione, spesso andati deserti, e che oltretutto si concretizzerà molto presto: le offerte in rialzo infatti dovranno pervenire entro il 29 ottobre. L’area un tempo era stata considerata come possibile sede per la Croce Rossa, a cui nel frattempo il Comune non ha rinnovato l’affitto della palazzina al Foro Boario, bisognosa di manutenzione. Poi il progetto sfumò e nel frattempo, qualche mese fa, la Cri ha acquistato gli immobili in disuso dell’Enel lungo via Persico, dove si trasferirà.

Svariate le funzioni ‘non escluse’ in quanto a destinazione d’uso: industria, artigianato compatibile con contesto residenziale – terziario; logistica; commercio al dettaglio di vicinato (fino ai 250 mq di superficie di vendita) e e su media superficie (fino ai 2500 mq), sia alimentare che non; uffici direzionali; alberghi e ostelli; bar ristorante, discoteche e intrattenimento; residenziale.

Giuliana Biagi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti