Ultim'ora
6 Commenti

Patteggia l'ubriaco che ha preso a cinghiate due ragazzi in p. Roma

AGGIORNAMENTO – Ha patteggiato un anno e sei mesi, pena sospesa, Zakaria Aknouch, il marocchino di 21 anni regolare sul nostro territorio arrestato ieri sera dagli agenti della polizia con le accuse di resistenza, minacce e ingiurie aggravate a pubblico ufficiale.

Il giovane, ubriaco, ha dato in escandescenze mercoledì sera in piazza Roma, dove ha preso a cinghiate due giovani e si è poi scagliato contro i poliziotti intervenuti, prima di finire in arresto. Attorno alle 22,30 si è avvicinato due ragazzi e due ragazze, fra 21 e i 29 anni, che si trovavano nei pressi del negozio Bettina. Ha iniziato a insultarli e, una volta sfilatosi la cintura, ha preso a cinghiate i due ragazzi.
La polizia, allertata, ha inviato sul posto una pattuglia, che ha trovato il 21enne violento, in piazza, pronto a resistere: l’ubriaco, spiegano dalla Questura, ha infatti minacciato gli agenti e ha cercato di sferrare un pugno a uno dei poliziotti. E’ stato immobilizzato e ammanettato, ma ha continuato a dare in escandescenze nel tragitto verso l’auto di servizio. Ha scalciato verso gli agenti e una volta in macchina a iniziato a tirare calci contro i sedili e testate contro i finestrini.

E’ stato poi portato verso la Questura ed è stata chiamata un’ambulanza, per sincerarsi delle condizioni del soggetto. E’ stato trasportato al pronto soccorso, dove è stato curato (tre giorni di prognosi) prima del ritorno in Questura. Per lui è stato formalizzato l’arresto per resistenza, minacce e ingiurie aggravate a pubblico ufficiale (per gli agenti una settimana e dieci giorni di prognosi). Non solo. I due ragazzi presi di mira in piazza Roma hanno sporto denuncia per lesioni. Alle spalle del 21enne precedenti specifici e contro il patrimonio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti