Ultim'ora
Commenta

Ona Cremona, al via una collaborazione con Arco Onlus

L’Osservatorio nazionale amianto ha richiesto ufficialmente – e ottenuto – il patrocinio dell’associazione Arco Onlus, per portare avanti la propria attività di protezione della salute e dell’ambiente. “Nonostante la città di Cremona sia ben lontana dai focolai epidemiologici come Casale Monferrato e Broni, dove sorgevano le più grandi aziende di produzione e commercializzazione di materiali edilizi contenenti amianto, si registrano comunque casistiche non trascurabili dovute ad esposizioni professionali e verosimilmente casuali, poiché la fibra killer è ancora troppo presente negli ambienti di lavoro e di vita” evidenzia Danilo Dilda, segretario di Ona Cremona.

“La presenza dell’amianto si manifesta in varie forme e troppo spesso in condizioni di pericolosissimo degrado. E’ noto come Arco abbia contribuito alla realizzazione del nuovo Centro di Terapia Molecolare e Farmacogenomica presso l’Azienda Ospedaliera di Cremona e il nostro comitato scientifico nazionale approva la collaborazione con ogni associazione che voglia fare ricerca sulle patologie asbesto-correlate. Quindi si valuteranno i percorsi da intraprendere per poter usufruire delle sofisticate apparecchiature del suddetto Centro di Farmacogenomica”.

ll consiglio di Arco ha approvato all’unanimità la proposta di patrocinio di Ona. “Siamo orgogliosi di patrocinare le iniziative di carattere giuridico e scientifico di una Onlus come l’Osservatorio Nazionale Amianto, che opera ormai su scala nazionale per sollecitare la bonifica dell’intero paese” evidenziano il presidente di Arco Matteo Tedoldi e il suo vice Daniele Ronchini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti