Commenta

Il progetto 'Talenti diffusi' presentato in Commissione

“”Talenti diffusi. Questo il nome del progetto che caratterizza la seconda annualità del Piano Territoriale Giovani, secondo gli indirizzi dettati dalla Regione Lombardia, illustrato nelle sue linee generali dalla vice sindaco ed assessore alle Politiche Educative Maura Ruggeri durante la seduta della commissione consiliare Istruzione e Sviluppo, presieduta dal consigliere Santo Canale. Come ha spiegato la vice sindaco, il progetto, “presentato sull’avviso di Regione Lombardia Piani Territoriali Politiche Giovanili seconda annualità 2015/2016, si è classificato secondo, e per questo è stato premiato ed interamente finanziato.

“Il progetto – spiega il Comune in una nota –  riguarda i giovani e il lavoro, ma con un taglio innovativo sia per il metodo che per i contenuti. Prevede, infatti, tre ambiti di azione: coworking per la promozione di luoghi fisici e relazionali di aggregazione e di innovazione; comunicazione per migliorare la conoscenza e la comunicazione delle attività imprenditoriali promosse dai giovani del territorio; impresa per accrescere le capacità del territorio a far emergere ed accompagnare l’intrapresa ed il talento dei giovani”.

“Tutto questo – ha detto la vice sindaco Maura Ruggeri – è frutto della sinergia che si è creata e dell’impegno e della collaborazione che ognuno ha garantito alla progettazione. E’ stato infatti proposto un modo nuovo di lavorare insieme, coinvolgendo tutti i partner e chiedendo ad ognuno un impegno sia progettuale che di metodo. Siamo riusciti a creare una collaborazione ed una rete che va mantenuta e presidiata, anche perché il progetto scaturisce da una elaborazione collettiva frutto dell’attivazione di tutti i partner”.

Capofila del progetto è il Comune di Cremona in partnership con Azienda Sociale del Cremonese (per conto anche dei 43 comuni del distretto aderenti), Comune di Crema, Comunità Sociale Cremasca ASC (per conto anche dei 48 comuni del distretto aderenti), Provincia di Cremona, ASL della provincia di Cremona, Camera di Commercio, Servimpresa – Azienda Speciale della Camera di Commercio, Cisvol Centro Servizi per il volontariato, Consorzio sul Serio, Cooperativa Sociale Altana, Cooperativa Sociale Iride, Mestieri Lombardia – Consorzio di Cooperative Sociali SCS, Cooperativa Sociale Nazareth, Cooperativa Sociale l’Umana Avventura, Gal Oglio Po – Terre d’Acqua Soc. Cons. R.L., Kairos – Organizzazione di Volontariato e Reindustria – agenzia cremona sviluppo s.cons.r.l.. L’operatività è stata coordinata dall’Informagiovani.

Presente alla seduta della Commissione Alessandro Portesani dell’Associazione Kairos, che raggruppa giovani che a vario titolo e con diverse collocazioni professionali si sono attivati, e che svolgono un ruolo di accompagnamento e di supporto all’attività imprenditoriale e alla creatività dei giovani. Kairos ha svolto e svolge un ruolo importante di coordinamento nell’ambito della rete.

Il progetto è stato infine descritto nei dettagli da Maria Carmen Russo, responsabile dell’Agenzia Servizi Informagiovani del Comune, che la vice sindaco Maura Ruggeri ha ringraziato per il prezioso lavoro svolto insieme a tutta alla sua equipe, lavoro non solo progettuale e di accompagnamento, ma anche di rendicontazione alla Regione della azioni progettuali. Un ringraziamento rivolto anche ad Alessandro Portesani per il contributo suo personale e di Kairos.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti