Commenta

Effetto Expo, il treno delle 7,32 'scoppia' Malori fra i passeggeri

Problemi oltre ogni sopportazione questa mattina sul treno delle 7.32 da Cremona per Milano. Convoglio stracarico di passeggeri, tanto che già a Cremona corridoi, uscite e scale del Vivalto erano intasate di gente priva di posto a sedere e con poca aria per respirare. A Ponte D’Adda e a Codogno diventava quasi impossibile entrare e lo stesso capotreno è rimasto ‘intrappolato’ nella ressa. Pare che tra le cause del disastro ci sia stata la presenza di due classi scolastiche dirette ad Expo, circa 50 persone, in più rispetto al solito lunedì, presenza che doveva essere ben nota a Trenord da tempo perché i biglietti erano stati prenotati dalla scuola.  Pare vi siano stati malori e due persone avrebbero perso i sensi, senza che vi fosse  lo spazio per farle sdraiare.
“Potete immaginare tutto questo nella Regione Lombardia dell’eccellenza? – commenta uno dei pendolari testimoni, attivista di ‘Fare Nuova la Città’ – Sì certo, perché molte persone l’hanno vissuto, compreso qualche politico locale sempre pronto a difendere l’operato della maggioranza in Regione. Grande è la curiosità: saprà fare finta di niente? Sapremo fare come sempre finta di niente?”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti