Commenta

Il 13 dicembre apertura anno giubilare in quattro chiese mariane della Diocesi

Martedì 8 dicembre, nella solennità dell’Immacolata, Papa Francesco in Vaticano aprirà ufficialmente il Giubileo della Misericordia. In diocesi di Cremona, fa sapere il sito della Diocesi stessa, così come in tutte le chiese del mondo, l’apertura dell’Anno Santo sarà domenica 13 dicembre. Nel pomeriggio il Vescovo presiederà una solenne Eucaristia in Cattedrale, dove vi sarà l’unica porta santa della diocesi anche se le indulgenze potranno essere lucrate in altre tre chiese giubilari: i santuari di Caravaggio, Castelleone e Casalmaggiore. In questi luoghi sacri mariani in contemporanea con la Messa del Vescovo si svolgeranno analoghe celebrazioni. Disponibili in Focr gli striscioni da appendere in oratorio e altri materiali.

Sono tutte intitolate alla Madonna le quattro chiese giubilari scelte in diocesi per l’Anno della Misericordia. Oltre alla Cattedrale di Cremona, intitolata all’Assunta, vi sono i tre santuari mariani: S. Maria del Fonte a Caravaggio, la Madonna della Misericordia a Castelleone e Madonna della Fontana a Casalmaggiore.

A presiedere l’Eucaristia d’apertura del Giubileo saranno tre delegati episcopali: il vicario generale, mons. Mario Marchesi, il delegato per la Pastorale, don Irvano Maglia, e il delegato per il Clero, mons. Mario Barbieri. In questa occasione in tutte le parrocchie della diocesi saranno sospese le Messe pomeridiane.

In diocesi di Cremona sarà presente una sola porta santa. A differenza di quanto si potrebbe immaginare non è il portone centrale della Cattedrale, ma il portale del transetto meridionale, affacciato su piazza S. Antonio Maria Zaccaria e Palazzo vescovile. Una decisione dovuta a molteplici significati: è la porta che guarda verso il sole nel suo massimo splendore, dalla quale il Vescovo accede nella Veglia pasquale. Ma non mancano neppure motivazioni molto pratiche, come la presenza di una rampa di accesso che consente l’accesso superando le barriere architettoniche.

La solenne celebrazioni avrà inizio alle ore 16 nella chiesa di Santa Maria Maddalena dove mons. Lafranconi avvierà il cammino penitenziale verso il massimo tempio cittadino. Giunto dinanzi al portone del transetto meridionale il presule aprirà i battenti ed entrerà seguito dai sacerdoti e dai fedeli. Seguirà quindi la solenne Eucaristia.

Il Giubileo della Misericordia si concluderà il 20 novembre 2016. Un tempo che, soprattutto nelle chiese giubilari, sarà dedicato alla preghiera e alle confessioni. Proprio in questo senso saranno predisposti in diocesi strumenti di accompagnamento ai pellegrinaggi, individuali e comunitari, così come aiuti per l’esame di coscienza, in particolare attraverso uno schema suggerito proprio dal Vescovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti