Commenta

Alle 18,30 il via al 'Tognazzi Mob'; al Filo alle 21 proiezione di 'Venga a prendere il caffé da noi'

Oltre alle trasmissioni programmate dalla rete Mediaset Iris per ricordare Ugo Tognazzi, oggi a Cremona è il giorno del 'Tognazzi Mob', da palazzo Cittanova alle 18,30. Alle 21 al Filo premiazione dei cortometraggi del concorso. Conclusione con 'Venga a prendere il caffé da noi' di Lattuada.
La mostra in corso al Museo del Violino

Cremona sugli schermi nazionali, nel giorno in cui si ricorda la morte di Ugo Tognazzi, avvenuta 25 anni fa e dopo l’inaugurazione di sabato delle due mostre al Museo del Violino e presso l’associazione Tapirulant. Il canale Mediaset Iris sta trasmettendo da questo pomeriggio una lunga maratona sull’artista cremonese, con interviste, spezzoni di film, testimonianze e le riprese eseguite qualche settimana fa a Cremona con Tatti Sanguineti. Ma oggi è anche la giornata del ‘Tognazzi Mob’ in partenza da palazzo Cittanova  alle 18,30 un percorso animato e guidato attraverso il centro della città alla scoperta dei personaggi di Ugo Tognazzi. 30 esercizi commerciali cittadini espongono altrettante vetrofanie con fotogrammi originali di 30 film interpretati da Ugo Tognazzi provenienti dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale di Roma. I fotogrammi presentano un QR code che rinvia ad una scheda di approfondimento sul film. I partecipanti riceveranno una maschera con il volto di Ugo Tognazzi e un volantino con cui potranno seguire tutto il percorso.

Altro appuntamento alle 20.30 al Cinema Filo, dove si terrà la cerimonia di premiazione del concorso di cortometraggi “Come fosse Antani” alla presenza della commissione incaricata di valutare cortometraggi comici (della durata compresa tra i 5 e i 16 minuti) ispirati alla figura di Ugo Tognazzi, ai suoi personaggi, al suo stile di recitazione realizzati da videomaker italiani e stranieri. Intervengono il sindaco Gianluca Galimberti e l’Assessore alla Città vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini. Alle 21, sempre al Cinema Filo, prosegue la rassegna Un multiforme ingegno – Tognazzi e la commedia d’autore con la proiezione del film “Venga a prendere il caffè da noi”, di Alberto Lattuada, 1970, introdotta da Massimo Locatelli, docente di Storia del cinema presso l’Università Cattolica.

A tutto questo si aggiunge “Io lo conoscevo bene. viaggio semiserio nei personaggi di Ugo Tognazzi”, una vera e propria mostra diffusa attraverso le vetrine del centro storico, che potrà essere visitata dai passanti e dai turisti dal 27 ottobre all’inizio di dicembre. L’iniziativa, resa possibile da Confcommercio Cremona, intende valorizzare il ruolo attivo dei negozi della città, e in particolare le vetrine del centro, nella promozione della cultura cinematografica e della memoria di Ugo Tognazzi, con un “arredamento” che rende l’attore cremonese ancora presente nella sua città.

Parallelamente al percorso tra le vetrine, Cremona Produce edizioni ha realizzato una pubblicazione con lo stesso titolo, curata da Elena Mosconi, docente di cinema all’Università di Pavia e responsabile dell’Archivio Tognazzi – Cremona. Io lo conoscevo bene, in vendita 15 euro, è un libro al quale hanno collaborato docenti universitari, critici, specialisti e dottori di ricerca, riprende in schede di analisi approfondite il percorso attraverso i 30 film prescelti: la finalità è fare conoscere la multiforme attività cinematografica dell’attore cremonese che ha interpretato 150 pellicole. Il libro contiene una prefazione di Tatti Sanguineti e una postfazione di Ricky Tognazzi.

Ci sono infine i Percorsi gastronomici, piatti ispirati alle ricette di Ugo Tognazzi da degustare nei ristoranti aderenti: un’iniziativa realizzata in collaborazione con la delegazione di Cremona dell’Accademia italiana della cucina e l’Associazione Strada del Gusto Cremonese.

© Riproduzione riservata
Commenti