Commenta

Fasulin de l'oc cun
le cudeghe ai nastri
di partenza: al via il 31 ottobre

Conto alla rovescia per la 23ª edizione della manifestazione Fasulin de l'òc cun le cudeghe. La maratona gastronomica organizzata dal Gruppo Volontari Mura di Pizzighettone entra infatti nel vivo nel fine settimana

Conto alla rovescia per la 23ª edizione della manifestazione Fasulin de l’òc cun le cudeghe. La maratona gastronomica organizzata dal Gruppo Volontari Mura di Pizzighettone entra infatti nel vivo nel fine settimana (sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre, ore 11-23) e di nuovo il weekend successivo (sabato 7 e domenica 8 novembre, ore 11-23). Nei due venerdì che precedono la manifestazione si svolgono invece le classiche serate su prenotazione (31 ottobre e 6 novembre, ore 19-23).
Nei due weekend moltissime le iniziative collaterali, tra cui le mostre mercato BuonGusto e BuonGusto&Birra.

Dopo il record delle 25 mila presenze  dell’edizione 2014 – turisti e buongustai di tutte le età e oltre 400 camperisti  da tutta Italia –, Pizzighettone torna così a diventare la Capitale dei ‘Fasulin de l’òc cun le Cudeghe’ (Fagiolini dall’occhio con le cotenne), con l’omonima maratona gastronomica dentro le mura (riscaldate dai grandi camini d’epoca) che anche quest’anno va in scena nella versione del doppio week end.  Durante la festa non c’è possibilità di prenotare i tavoli. Proprio per questo il Gruppo Volontari Mura anche quest’anno ha fissato due serate in cui visitatori e buongustai potranno prenotare un posto a tavola , nei due venerdì che precedono l’apertura della rassegna: venerdì 30 ottobre e venerdì 6 novembre,  con cena a self service a partire dalle ore 19. Per partecipare è sufficiente inviare mail a info@fasulin.com , precisando nome, cognome, mail e cellulare di riferimento, serata prescelta e numero di commensali.

Partita quasi per scherzo 23 anni fa come una cena tra amici con circa un centinaio di porzioni, arriva oggi a numeri davvero importanti: oltre 16mila porzioni di Fasulin  (62 quintali cucinati espresso con tre cotture al giorno, a partire dall’alba, serviti in fumanti scodelle in coccio) , oltre 250 volontari pizzighettonesi di tutte le età al lavoro.  E poi le materia prime, tutte di esclusiva provenienza locale, compreso il Fagiolino dall’Occhio di Pizzighettone, coltivato a circa 500 metri dalle mura, col recupero così oltre che di un antico piatto tipico anche di una antica coltura della tradizione contadina,  in uso fino agli Sessanta.

Le mura, sapientemente addobbate in stile contadino, vengono per l’occasione trasformate in una grande osteria di un tempo con panche e tavoloni in legno  attorno ai quali degustare i Fasulin e le altre prelibatezze, in una atmosfera di convivialità e di buon umore, magari intrattenendosi davanti a un bicchiere di vino e con una partita a carte. Oltre ai Fasulin de l’òc cun le cudeghe, in tavola anche altre prelibatezze ed eccellenze della produzione locale: lardo e salame nostrani (prodotti da allevatori e norcini locali appositamente per la Festa), polenta nelle due versioni abbrustolita e fresca, Provolone Valpadana dop e Provolone Pizzighettone (dalla locale Latteria) con Mostarda Cremona, Gorgonzola, Raspadùra e la ‘Torta rustica dei Morti’ , squisita ricetta creata in esclusiva per la festa e sfornata dalle cuoche volontarie che l’hanno ideata una sola volta l’anno in questa occasione.

La mega maratona gastronomica, con marchio e logo depositati, è promossa dal Gruppo Volontari Mura Pizzighettone onlus  col doppio obiettivo di riscoprire i sapori perduti del territorio e di raccogliere con fondi che vengono ogni anno totalmente reinvestiti per il proseguo dei lavori di recupero e manutenzione della cortina muraria  (tra le più complete e meglio conservate in Alta Italia) al fine della salvaguardia, manutenzione, riutilizzo e pubblica fruibilità.

Chi arriva nella città murata in questa occasione dunque, non solo può gustare delle prelibatezze e godere delle bellezze del borgo ma contribuisce anche a recuperare l’immenso patrimonio storico e culturale che lo circonda per intero, all’interno del quale si svolge la maratona gastronomica.  In servizio per l’edizione 2015, bus-navetta  di collegamento tra i parcheggi di cintura e le aree camper con la festa nel cuore del centro storico. Per gli amici camperisti  aree di sosta dedicate; per i bikers  parcheggi riservati.

Inoltre, a corollario, nei due weekend, moltissimi gli eventi collaterali , tra cui visite guidate , crociere sull’Adda  a bordo della motonave Mattei, mostre, musei del borgo aperti  e possibilità di circuiti ciclabili tra storia e natura  col nuovo servizio di Bike-Sharing.

GLI EVENTI COLLATERALI

© Riproduzione riservata
Commenti