Commenta

Sicurezza in auto,
le mamme 'a lezione'
dalla polstrada

Utilizzare correttamente il seggiolino per bambini in auto diminuisce dell’80% il rischio di lesioni provocate dagli incidenti stradali. Di questo e molto altro si è parlato nell’incontro organizzato dalla polizia stradale di Cremona in collaborazione con l’Asl che si è svolto al consultorio di vicolo Maurino.
Il comandante della polizia stradale Federica Deledda

di Sara Pizzorni

Utilizzare correttamente il seggiolino per bambini in auto diminuisce dell’80% il rischio di lesioni provocate dagli incidenti stradali. Essenziale, dunque, per i genitori, conoscere tutte le regole e le modalità per proteggere i propri figli durante il trasporto in auto. Di questo e molto altro si è parlato nell’incontro organizzato dalla polizia stradale di Cremona in collaborazione con l’Asl che si è svolto oggi pomeriggio al consultorio di vicolo Maurino. Ad incontrare le mamme è stato il comandante della stradale di Cremona Federica Deledda che ha dato importanti consigli per garantire la massima sicurezza dei bambini trasportati.

I dati del 2014 parlano chiaro: 1.256 minori feriti in incidenti stradali e 65 morti, di cui 33 trasportati in auto, 3 in moto, 4 in bicicletta e 25 pedoni, per un totale di 997 incidenti che hanno visto coinvolti dei bambini. La fascia a maggior rischio è quella che va dagli zero ai cinque anni. Molti i casi che il comandante della stradale ha portato all’attenzione dei genitori, come ad esempio gli incidenti in bicicletta.

“Bisogna insegnare ai propri figli come si vive l’ambiente della strada, anche nei cortili delle proprie abitazioni, dove i bambini girano in bicicletta e dove purtroppo si registrano molti incidenti, ad esempio ragazzini investiti da auto in manovra di retromarcia. Bisogna anche insegnare ai propri figli come rendersi visibili”. E dalla parte dei genitori, ovviamente, si raccomanda la massima attenzione e il rispetto delle regole della strada, evitando ogni distrazione, come ad esempio l’uso del cellulare in auto.

Per quanto riguarda l’uso del seggiolino, il comandante ha illustrato quali sono i vari tipi, a seconda del peso e dell’altezza dei bambini (l’uso più corretto è quello del sistema Isofix che permette di fissare il seggiolino direttamente alla scocca dell’auto) e quale la posizione più sicura (al centro sul sedile posteriore). Consentito anche posizionare il seggiolino sul sedile anteriore, ma prima di farlo è necessario disattivare il sistema di airbag.

Al termine dell’incontro, a tutte le mamme che hanno partecipato (una mamma che aveva già assistito ad uno di questi appuntamenti è tornata portando un’amica) è stata consegnata una brochure con il logo del progetto ‘Io viaggio sicuro’ e un attestato come ‘conducente responsabile’, lo stesso che le pattuglie della polizia stradale consegnano ai genitori trovati a fare un uso corretto del seggiolino in auto. Un’iniziativa, questa, per sensibilizzare ulteriormente i genitori al rispetto delle norme stradali. Il prossimo incontro, sempre in collaborazione con l’Asl, sarà a Soresina il prossimo mese di novembre.

© Riproduzione riservata
Commenti