Ultim'ora
2 Commenti

Treni, dal primo novembre
solo Vivalto sulla linea per Milano

L'annuncio di Malvezzi: "Dal prossimo primo novembre, sulla tratta Milano-Condogno-Cremona-Mantova, viaggeranno solo treni Vivalto di ultima generazione".

“Dal prossimo primo novembre, sulla tratta Milano-Condogno-Cremona-Mantova, viaggeranno solo treni Vivalto di ultima generazione: diciannove corse su diciannove con convogli più comodi e sicuri che sostituiranno i vecchi treni di media distanza utilizzati ancora oggi in alcune fasce orarie. Ne ho avuto conferma dall’amministratore delegato di Trenord, Cinzia Farisé, che ho incontrato oggi insieme al Direttore operativo, Alberto Minoia. Una notizia che conferma l’impegno dell’azienda con cui Regione Lombardia ha in essere un contratto di servizio e alla quale va riconosciuta la volontà di proseguire nel percorso di miglioramento del servizio ferroviario per i pendolari cremonesi”. E’ quanto rivela Carlo Malvezzi, consigliere regionale del Nuovo Centrodestra, a margine dell’incontro con i vertici di Trenord a palazzo Pirelli.

Altre novità: “Trenord e Rfi – spiega Malvezzi – si impegneranno a realizzare a Brescia il punto di rifornimento del gasolio utilizzato dai convogli a diesel che transitano sulla Cremona-Brescia, e che oggi si approvvigionano a Cremona. Il tutto avverrà entro il mese di marzo 2016, quando sarà così possibile immettere sulla nostra direttrice treni elettrici che abbiamo già a disposizione”.

Altri segnali di una crescita del servizio arrivano dall’indice di puntualità riscontrato sulle tratte cremonesi nel mese di ottobre: “Confrontando la puntualità media a distanza di un anno (ottobre 2014-ottobre 2015) si nota un costante miglioramento sia sulla Cremona-Mantova, che da 62,89 passa a 82,13; sia sulla Cremona-Brescia, che passa da 76,44 a 87,37; sia sulla Cremona-Treviglio, che da 73,04 arriva a 87,40. Si tenga conto, poi, che parliamo di un mese in cui, grazie a Expo, il numero dei passeggeri è aumentato, in generale, dell’80% rispetto al mese di settembre, quando i viaggiatori sono stati oltre un milione e mezzo da tutta la Lombardia”.

“Siamo di fronte – ha concluso Malvezzi – ad innalzamento dell’efficacia e dell’efficienza del servizio che si mantiene costante, ma di fronte al quale non vogliamo accontentarci. Continueremo infatti ad esigere un’attenzione sempre più alta per i nostri pendolari. È innegabile, tuttavia, che, anche grazie al grande lavoro dell’assessore regionale Alessandro Sorte e dell’impegno dei nuovi vertici di Trenord, Cremona e il suo territorio sono al centro delle politiche di Regine Lombardia. Rimane l’annoso problema, che toccherà a RFI affrontare, di una linea a binario unico con oltre cento passaggi a livello ancora attivi”.

© Riproduzione riservata
Tags,
Commenti