Ultim'ora
5 Commenti

Sosta e fermate 'fai da te'
in via Dante,
il problema non è risolto

E' solo uno dei tanti esempi di sosta 'fai da te', quello del tratto di via Dante tra i bar Dondeo e S. Giorgio, nella foto inviataci da un lettore.

E’ solo uno dei tanti esempi di sosta ‘fai da te’, quello del tratto di via Dante tra i bar Dondeo e S. Giorgio, nella foto inviataci da un lettore. Dove si vede chiaramente l’invasione del marciapiede da parte di alcuni mezzi. “E’ bastato che  mettessero i dissuasori di fronte al Dondeo, perchè il problema si spostasse pochi metri più avanti”, commenta il lettore. E’ uno dei tanti esempi che si riscontrano per la città, dove le piste ciclabili per la verità non mancano, ma spesso soccombono di fronte alle comodità degli automobilisti.

Tra i nuovi percorsi protetti destinati ai ciclisti che dovrebbero veder la luce a breve nell’ambito del Biciplan, c’è quello di via Mantova: correrà lungo il lato destro (proveniendo da periferia in direzione piazza Libertà) e comporterà l’eliminazione dei parcheggi su strada che fiancheggiano il muretto del foro Boario. Fermi restando i rischi del parcheggio ‘fai da te’.

© Riproduzione riservata
Commenti