Un commento

Treni, sindaci di Cremona
e Mantova scrivono
a Trenord e Regione

Basta con i ritardi, con i disservizi, con i vagoni gelidi e con le soppressioni. I sindaci di Cremona e di Mantova uniscono la loro voce a quella dei pendolari della linea Mi-Cr-Mn.
galimberti-palazzi

I sindaci Galimberti e Palazzi

Basta con i ritardi, con i disservizi, con i vagoni gelidi e con le soppressioni. I sindaci di Cremona e di Mantova uniscono la loro voce a quella dei pendolari della linea Mi-Cr-Mn, per chiedere con forza investimenti strutturali sulla linea. Gianluca Galimberti e Mattia Palazzi hanno per questo firmato una lettera congiunta indirizzata all’amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisé e per conoscenza all’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità della Regione Lombardia Alessandro Sorte.

“Avevamo accolto con favore la notizia dell’arrivo di nuovi treni, tutti Vivalto, sulla nostra linea Mantova-Cremona-Milano e di nuovi investimenti previsti dalla recente delibera sul potenziamento e la velocizzazione del binario unico – si legge nella lettera – Purtroppo spiace constatare che, non solo un treno Vivalto è già stato sostituito da un treno a media distanza, ma i ritardi sulla linea continuano a manifestarsi con grande periodicità e le condizione dei pendolari lombardi che ogni giorno si spostano dai nostri territori per lavoro o per studio, sono costretti a viaggiare in condizioni precarie: al freddo e su treni con porte rotte e carrozze fuori uso”.

“Per questo – scrivono i sindaci Galimberti e Palazzi – ritorniamo con forza a chiedere di investire in modo strutturale sul trasporto ferroviario dei nostri territori e in particolare sulla linea Mantova-Cremona-Milano, garantendo manutenzione costante, immissione dei treni Vivalto di ultima generazione, livelli adeguati di comfort e di informazione. Siamo oltresì a richiedere investimenti, al fine di prevedere il doppio binario, anche selettivo”.

“I nostri territori – concludono – sono vivi e vitali e hanno costruito progettualità importanti per la Regione e per il Paese, meritano collegamenti adeguati. Noi, come sindaci siamo fortemente impegnati e chiediamo al più presto una riunione per poter rispondere alle esigenze dei nostri territori e dei nostri cittadini. Il riconoscimento di Mantova Capitale della Cultura 2016, quello di Mantova e Cremona, insieme a Bergamo e Brescia, European Region of Gastronomy 2017 e le celebrazioni monteverdiane in programma a Cremona sempre nel 2017, impongono collegamenti puntuali e idonei”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    i problemi non si risolvono chiedendo più investimenti bensì cambiando lo staff dirigenziale di tre nord sono oltre 10 anni che non sono in grado di gestire i trasporti ferroviari, ma come da copione sono inamovibili e ultra protetti dalla regione Lombardia .
    babbo natale deve portare i regali ai bambini non ai Sindaci