Commenta

La Pomì Casalmaggiore
si aggiudica la finalina
del torneo “Mimmo Fusco”

La Pomì Casalmaggiore si aggiudica la finalina del torneo “Mimmo Fusco”, sconfiggendo 2-3 le padrone di casa della Unendo Yamamay. Entrambe le squadre scendono in campo prive di alcune delle proprie stelle.

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Pomì Casalmaggiore: 2-3 (23-25, 14-25, 25-21, 25-21, 12-15)

Casalmaggiore: Bacchi 5, Lloyd 6, Sirressi (L), Cecchetto (L), Ferrara, Cambi, Olivotto 7, Stevanovic 14, Tirozzi 14, Matuszkova 20. All. Barbolini.

Busto: Degradi 16, Cialfi, Peruzzo, Negretti, Fondriest 5, Hagglund 2, Papa 15, Farina ne, Angelina 18, Pisani 13, Poma (L). All. Mencarelli.

Pala Yamamay di Busto Arsizio, 8 gennaio. La Pomì Casalmaggiore si aggiudica la finalina del torneo “Mimmo Fusco”, sconfiggendo 2-3 le padrone di casa della Unendo Yamamay. Entrambe le squadre scendono in campo prive di alcune delle proprie stelle: Barbolini deve rinunciare infatti a Kozuch, Gibbemeyer e Piccinini; Mencarelli a Lowe, Yilmaz e Thibeault. Sestetto obbligato per le rosa casalesi: la diagonale Lloyd-Matuszkova, le centrali Stevanovic-Olivotto, le schiacciatrici Bacchi-Tirozzi, con Sirressi libero.

La cronaca. Nel primo set parte forte Busto; ma Casalmaggiore non molla la presa, agguanta le avversarie sul 22 pari ed impone infine la propria supremazia portando a casa il parziale con un punto decisivo di Bacchi. Secondo set tutto di marca Pomì, con muro implacabile ed ottima gestione del gioco. Quando sembra che la partita sia destinata a chiudersi rapidamente, Casalmaggiore comincia però a mostrare segni di stanchezza: le assenze e le poche soluzioni alternative a disposizione del coach cominciano a pesare, così come l’intensa preparazione fisica degli ultimi giorni (dedicati soprattutto al potenziamento muscolare). Un appannamento evidente soprattutto nel quarto set. Yamamay trascina Pomì al tie-break. Ma nel quinto parziale capitan Tirozzi chiede alle compagne uno scatto d’orgoglio; e la squadra reagisce positivamente, facendo valere la propria classe e meritando il terzo gradino del podio del torneo.

Per la schiacciatrice Pomì Maggie Kozuch è intanto sfumato il sogno Rio2016: la Nazionale tedesca non è infatti riuscita a conquistare le semifinali del torneo europeo di qualificazione (in corso in questi giorni ad Ankara, Turchia), dando di conseguenza l’addio in anticipo ad ogni possibilità di partecipare alle prossime Olimpiadi.

© Riproduzione riservata
Commenti