Commenta

Immobiliare, a Cremona
cresce il mercato
delle villette in periferia

Nessun particolare scossone a Cremona nei prezzi immobiliari che, secondo i dati dell'osservatorio immobiliare del gruppo Tecnocasa, si mantengono stabili.

Nessun particolare scossone a Cremona nei prezzi immobiliari che, secondo i dati dell’osservatorio immobiliare del gruppo Tecnocasa, si mantengono stabili. Nelle zone di Boschetto, Cavatigozzi, Castello e S. Ambrogio soffrono soprattutto le tipologie degli anni ’60-’70 da ristrutturare completamente. Queste ultime infatti sono meno richieste, anche per la presenza del riscaldamento centralizzato. Tra i quartieri interessati c’è anche Villaggio Po.

Positivo invece il mercato delle villette a schiera e delle ville indipendenti nelle zone più periferiche della città (quali Cavatigozzi, Migliaro, Costa Sant’Abramo) dove i valori si attestano intorno a 150-160 mila euro. Tengono bene anche le abitazioni del quartiere Boschetto, con villette e case indipendenti intorno a 200 mila euro. “A muoversi sul mercato in questa prima parte dell’anno sono state sia famiglie e coppie giovani al primo acquisto sia investitori che comprano per mettere a reddito e si indirizzano su tipologie di 50-60 mila euro da affittare a 300-350 euro al mese” evidenzia lo studio. “La domanda di prima casa si orienta prevalentemente su villette a schiera su due livelli di 60-70 mq ciascuno”.

Tra le zone più apprezzate vengono individuate i quartieri Castello e Sant’Ambrogio. “La zona del Castello caratterizzata dalla presenza di immobili d’epoca risalenti a fine 800 ed inizi del 1900, in questo momento registra quotazioni molto basse (intorno a 700 euro al mq se da ristrutturare e 1000 euro mq se in buono stato)” si legge nello studio. I valori salgono invece su corso Garibaldi, “dove una soluzione in ottimo stato può arrivare a 2000 euro al mq”. Piacciono anche gli immobili situati nel quartiere S. Ambrogio “collocato in posizione semicentrale e ben servito a livello commerciale” sottolinea lo studio. Qui i valori medi “sono di 1000-1100 euro al mq”. Anche sul mercato delle locazioni si registra una buona domanda e anche tanta offerta: una situazione che ha portato a calmierare i valori. Oggi per un trilocale si chiedono 400-450 euro al mese e si stipulano soprattutto contratti a canone libero.

Nelle zone di via Dante, via Mantova e dell’Ospedale “si registrano prezzi stabili e un mercato più dinamico su cui sono tornati a muoversi anche gli investitori interessati a bilocali intorno a 40-50 mila euro, da poter mettere a reddito” spiega lo studio. “Vanno bene anche le richieste di soluzioni indipendenti oltre i 150 mila euro mentre si registrano difficoltà per gli immobili delle fasce intermedie (da 80 a 120 mila euro)”.Sempre in zona Ospedale, p l’area “che si caratterizza per la presenza di case popolari ex Iacp con prezzi molto contenuti e che si affittano anche facilmente. Il prezzo per una soluzione da ristrutturare si aggira intorno a 1000 euro al mq”.

Nel Centro storico della città, individuata da piazza Roma, s”i concentrano soprattutto gli immobili d’epoca del XVIII secolo che hanno subito un deciso calo e che, al momento, da ristrutturare si vendono intorno a 900 euro al mq. Apprezzate le abitazioni che sorgono su via Dante e le strade limitrofe dove prevalgono i condomini degli anni ’60, i cui valori si sono notevolmente ribassati e che ora, in buono stato, si vendono intorno a 1000 euro al mq. Per questo motivo sono presenti anche gli investitori oltre alle famiglie storicamente presenti in questo quartiere”.

Più recenti le costruzioni di via Mantova, al confine con il quartiere Zaist: le abitazioni sono sorte a partire dagli anni ’80 e si valutano 1000 euro al mq. L”o Zaist (via Mentana, via Plebiscito) è un quartiere che sorge ai limiti della città, con villette degli anni ’70 e condomini degli anni ‘70-’80 che hanno valori medi intorno a 1000 euro al mq” souega ancora Tecnocasa.

Infine ci sono le zone più periferiche, come Persichello o il comune di Malagnino, dove “ci sono villette a schiera di recente costruzione a prezzi intorno a 180-200 mila euro, che però ultimamente soffrono la concorrenza delle abitazioni simili posti nei quartieri a sud della città dove le quotazioni sono più basse”.

© Riproduzione riservata
Commenti