Commenta

Voucher per i servizi
di conciliazione, domande
entro il 31 marzo

Entro e non oltre il 31 marzo prossimo vanno presentate al Centro Locale di Parità del Comune di Cremona, Palazzo Comunale (ingresso da piazza Stradivari, 7) le domande di assegnazione di buoni per servizi di conciliazione per il rimborso di parte delle spese sostenute e regolarmente documentate per servizi pubblici e privati di conciliazione vita-lavoro. Il buono consiste in un contributo per l’utilizzo di uno o più servizi: asilo nido, micronido, centro prima infanzia, nido bamiglia, baby sitting, baby parking, ludoteca, mense scolastiche, trasporti scolastici, centri ricreativi diurni, servizi domiciliari, assistenti familiari ed eventuali altri servizi simili.

I destinatari del voucher devono essere residenti in uno dei Comuni del Distretto di Cremona, avere figli minori di età compresa fra 0 e 10 anni, oppure avere familiari presenti nel nucleo familiare in condizione di disabilità / non autosufficienza certificata. Il valore massimo di ogni buono è pari a mille euro.

Per informazioni è possibile recarsi  al Centro Locale di Parità – Comune di Cremona (ingresso da piazza del Comune, 7) il  mercoledì dalle 13 alle 15, contattare telefonicamente l’Ufficio Pari Opportunità dal lunedì al venerdì dalle  8,30 alle ore 12,30 al numero 0372 407222-006, anche per concordare un appuntamento, o inviare una mail all’indirizzo pariopportunita@comune.cremona.it. In ogni caso l’avviso con tutte le indicazioni è disponibile sul sito del Comune di Cremona (www.comune.cremona.it) nella sezione Bandi e Concorsi.

Il voucher rientra nel progetto Tempomat, nell’ambito del Piano territoriale per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro 2014/2015. L’iniziativa nasce nell’ambito del Programma regionale conciliazione famiglia-lavoro  attuato da Regione Lombardia in convenzione e con il finanziamento del Dipartimento per le Pari Opportunità.

© Riproduzione riservata
Commenti