Un commento

Evasione dai domiciliari,
in carcere il 38enne che
voleva sfondare porta della ex

Nuovo intervento della polizia ma questa volta è finito in carcere il 38enne marocchino che due settimane fa aveva minacciato un vigilante del Carrefour di piazza Lodi con un coltello e il 12 gennaio aveva tentato di sfondare la porta di casa dell’ex fidanzata: l’uomo è stato arrestato dagli agenti della Squadra volante per evasione dai domiciliari. I poliziotti lo hanno trovato in via Mantova, nei pressi di un esercizio commerciale, attorno a mezzogiorno di mercoledì, durante servizi di controllo del territorio organizzati su spinta del questore Gaetano Bonaccorso. Controlli che hanno riguardato anche persone sottoposte a misure fuori dal carcere, come nel caso del 38enne Talbe El Hadj, denunciato per la vicenda del Carrefour e condannato a un anno e 4 mesi ai domiciliari dopo il processo per direttissima per la vicenda dell’ex fidanzata (vedi link in basso).

I poliziotti lo hanno arrestato per la violazione degli obblighi decisi dal Tribunale: poteva allontanarsi dal domicilio solo il martedì e il venerdì per provvedere al proprio sostentamento. Ieri si è svolta la direttissima: convalidato l’arresto e traduzione in carcere per scontare un anno e quattro mesi per evasione, dopodiché previsto il ritorno ai domiciliari per ciò che resta della pena precedente di un anno e quattro mesi ai domiciliari.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Sorcio Verde

    Appena scontata la pena, rimpatrio forzato.