Commenta

Violazioni codice stradale,
nel 2015 multe per 1,3 mln
sulle strade provinciali

Un milione e 300mila euro: questo l’importo delle multe per eccesso di velocità o altro elevate sulle strade provinciali nell’anno 2015. Di queste però ne sono state incassate solo 1.072.823. A questi introiti, si aggiungono però le erogazioni da parte dei comuni del territorio, sempre per sanzioni, pari a 908.858 euro, per un totale complessivo di 1.981.682 incassati.

Parte di questi soldi, come prevede la normativa vigente, verranno assegnati per la manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, comprese la segnaletica e le barriere. L’importo stanziato è pari a 995.000 euro. Di questi, 248.750,00 saranno destinati ad interventi di miglioramento della segnaletica orizzontale e verticale delle strade di proprietà dell’ente. Altri 248.750 verranno invece destinati “al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di mezzi e attrezzature, oltre all’esborso per finalità connesse al controllo da parte della polizia provinciale dei veicoli in circolazione relativamente alla presenza della copertura assicurativa obbligatoria, al rispetto della normativa in tema di revisione veicoli e per sanzioni accertate con attrezzature elettroniche fisse e mobili per la rilevazione della velocità, e mediante il prolungamento dell’orario di lavoro con straordinario delle unità di personale già inserite nella struttura organizzativa dell’Ente”, si legge nella determina provinciale.

I restanti 497.500 euro, saranno infine “destinati a finalità connesse al miglioramento della sicurezza stradale come il potenziamento, messa a norma e manutenzione delle barriere, la sistemazione del manto stradale delle medesime strade e interventi per la sicurezza stradale a tutela degli utenti deboli, quali bambini, anziani,disabili, pedoni e ciclisti”. Facendo un bilancio complessivo, dunque, 248.750 sono destinati al Servizio di Polizia Locale, mentre gli altri 746.250 finiranno al Settore infrastrutture stradali.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti