Commenta

22mila mq golenali occupati
abusivamente, sequestro
nella zona del porto

L'area sequestrata e una pattuglia delle fiamme gialle

di Michele Ferro

AGGIORNAMENTO – Sequestrata dalla guardia di finanza un’area di 22mila metri quadri di area golenale, nella zona del porto di Cremona, che secondo gli accertamenti dei militari era stata occupata abusivamente da almeno cinque anni da una società cremonese con numerosi macchinari e strumentazioni per lo scarico di materiale inerte.

I controlli sull’area sequestrata (sigilli apposti nelle scorse ore, anche agli annessi pontili galleggianti) sono stati eseguiti nelle ultime settimane dalla componente navale della compagnia di Cremona delle fiamme gialle, nell’ottica del contrasto all’abusivismo demaniale. Sotto la lente una porzione di zona golenale nei pressi della pista di motocross.

L’attività della guardia di finanza, svolta con la collaborazione dell’Agenzia interregionale per il fiume Po, oltre al sequestro dell’area e dei beni presenti (nastri trasportatori, impianti di macina e vaglio per materiale litoide e altra strumentazione usata per il trasporto di materiale vario), ha portato a contestare il mancato pagamento del canone annuale per un totale di circa 100mila euro.

Il responsabile della società (operante nel settore del trasporto di materiale litoide dal fiume, ma in realtà inattiva), in assenza del titolo concessorio, è chiamato al pagamento dei canoni evasi e di una percentuale aggiuntiva, a titolo di sanzione, variabile dal 10 per cento al 40 per cento di quanto evaso.

L’area e i macchinari sottoposti a sequestro sono stati affidati in custodia all’Agenzia interregionale per il fiume Po.

Mezzi

© Riproduzione riservata
Commenti