Ultim'ora
Commenta

Vanoli vs Capo d'Orlando,
Pancotto: 'Dobbiamo
avere impatto da subito'

Una sfida importante quella di domenica, per la Vanoli, che ospita sul campo del PalaRadi Betland Capo d’Orlando. Fischio d’inizio alle 18,15, per un match molto sentito dalla squadra, come conferma coach Cesare Pancotto.  “So con quanta voglia affronteremo Capo D’Orlando” evidenzia. “Non so con chi ma so che chi ci sarà, sarà ancora più determinato. La prima cosa che voglio sottolineare è il discorso che riguarda la memoria che, innanzitutto, ci fa ricordare che siamo partiti nella stessa fascia di Capo D’Orlando e poi che non diamo, e non abbiamo mai dato, per scontato quello che abbiamo conquistato con sacrificio e qualità di gioco, sapendo superare assenze e infortuni anche gravi come ci capiterà anche in questa partita”.

In secondo luogo, l’allenatore rimarca l’importanza della “condivisione che abbiamo al nostro interno e con il nostro pubblico. Se si pensa bene si gioca bene e noi dobbiamo giocare meglio degli avversari”. In terzo luogo, Pancotto rimarca la coerenza, “con l’idea che quelli che ci sono devono essere sempre più importanti di quelli che non ci sono e con il non esserci mai fermati a un fischio in più o in meno. Questa deve essere la nostra strada fino alla fine. In tutto questo però vorrei sottolineare quanto l’importanza di Luca Vitali vada rispettata sempre: Luca sta giocando infatti in condizioni non ottimali. E allo stesso modo va rispettata quella del nostro baluardo Marco Cusin”.

“Starks ha fatto venerdì il primo allenamento con noi” continua Pancotto. “E’ stato preso per colmare un gap e per evitare di lasciare la squadra senza giocatori. A lui ho chiesto di essere utile per la squadra, gli ho chiesto di portare altruismo nella gestione del gioco e personalità nel saperlo interpretare. Inoltre gli ho chiesto di sacrificarsi per l’obiettivo della squadra”.

E gli avversari? “Capo D’Orlando è stata molto brava nelle ultime cinque partite in cui ha fatto quattro vittorie” spiega ancora. “Ha allungato e qualificato la squadra, ha oggi un vertice che si chiama Boatright ma una base molto più solida con tutti gli altri giocatori che hanno contribuito a questo momento positivo della squadra. Per quello che ci riguarda dobbiamo avere impatto sulla partita fin dal primo secondo, vogliamo essere continui sulla partita, vogliamo essere migliori nelle palle perse, troppe nell’ultima occasione, così come nei tiri liberi concessi, anch’essi troppi nell’ultima partita”.

© Riproduzione riservata
Commenti