Ultim'ora
Commenta

Spettacolo rosa al PalaRadi:
Pomì batte Scandicci 3-1

In campo stasera al PalaRadi, Pomì Casalmaggiore contro Savino del Bene Scandicci. Pomì vince per 3-1.
Foto Sessa

Pomì Casalmaggiore – Savino Del Bene Scandicci 3-1 [25-22; 26-24; 25-27; 25-17]

FORMAZIONI

Casalmaggiore: 1 Bacchi, 3 Lloyd, 5 Sirressi, 6 Cecchetto, 7 Ferrara, 8 Gibbemeyer, 10 Cambi, 12 Piccinini, 13 Olivotto, 14 Kozuch, 15 Stevanovic, 16 Tirozzi, 18 Matuszkova. Allenatore Barbolini, vice Bolzoni.

Scandicci: 1 Arias, 2 Stufi, 3 Alberti, 4 Loda, 6 Fiorin, 7 Pietersen, 8 Merlo, 12 Scacchetti, 13 Giampietri, 14 Nikolova, 15 Ikic, 17 Rondon. Allenatore Chiappafreddo, vice Azzini.

Arbitri: Sobrero-Braico.

Fischio d’inizio per il match che vede in campo, al PalaRadi (2.777 gli spettatori), Pomì Casalmaggiore contro Savino del Bene Scandicci. Una squadra insidiosa, che ha accumulato cinque vittorie di fila nelle ultime partite di campionato e che si trova in un periodo di ottima forma. Dal canto suo la Pomì sta cercando di riprendersi dopo un periodo sotto tono, e ce la metterà tutta per disputare una buona partita.

La squadra ospite dimostra fin dai primi palleggi la voglia di fare bene, tanto da mettere in difficoltà la Pomì, tenendola sotto di qualche punto. Ma le rosa studiano la situazione, cercano i punti deboli dell’avversario e cominciano a crescere. Le ragazze cercano di non fare errori, e riescono a tenere bene anche in difesa, anche se la sfida è tutt’altro che semplice, fino a conquistare il primo set.

Neppure il secondo set è all’acqua di rose per la squadra di casa, che lo vive con una serie di alti e bassi. Le ragazze di Scandicci sembrano molto determinate e riescono a tornare ad accumulare punti, colmando il distacco che la Pomì era riuscita ad accumulare. Forse anche per la tensione, le ragazze in rosa commettono diverse imprecisioni, che rischiano di costargli il set. Si portano a casa il punto con difficoltà, per 26 a 24.

Scandicci fa diversi cambi durante la partita, mentre nella compagine rosa Massimo Barbolini preferisce mantenere il più possibile ferma la rosa delle titolari,che mostrano qualche segno di stanchezza, anche a causa dei numerosi impegni di queste settimane. Tanto che tenere il punteggio è difficile e nel terzo set Scandicci riesce ad avere la meglio, seppure con pochissimo scarto di punti.

La Pomì non ci sta e nel quarto set scende in campo con la voglia di chiudere la partita. Fin dalle prime battute le ragazze sono riuscite a distanziare le avversarie, mantenendosi costantemente il vantaggio per tutta la durata del set e portandosi a casa il prezioso punto che vale la vittoria.

LA CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO SET – Pomì in formazione tipo, con Piccinini fasciata alla coscia sinistra. Scandicci ad avvicendare subito Arias e Alberti. Molto equilibrio in avvio: quando coach Barbolini chiama il primo time out è la Savino del Bene a condurre 7-9. Parziale ribaltato sul 12-10 e +4 rosa con Piccinini che induce Chiappafreddo al time out. Gibbemeyer arrotonda fino al 18-13. Nikolova angola bene per il -3 toscano. Ancora Nikolova a punire la mancanza di cinismo locale: 20-19 e Barbolini richiama le sue. Tirozzi prima, Lloyd poi: la Pomì rimette margine tra sé e Scandicci, Chiappafreddo interrompe ancora. Chiude il set la Picci: 25-22 e 1-0 rosa.

SECONDO SET – Subito sul pezzo, Casalmaggiore scappa sul 4-1 con Tirozzi. Stufi aggiusta il parziale per Scandicci: 5-4. Complice qualche errore da una parte e dall’altra, si arriva al 9-9. Lo strappo arriva con Piccinini, lungolinea, e Lloyd, muro: 16-12 e Chiappafreddo spende un time out. Mentre sugli spalti le tifoserie flirtano, in campo la Savino del Bene torna a -2: stavolta è Barbolini a stoppare. Tirozzi mette giù la doppietta che vale il 22-17. La Pomì perde il killer instinct e Scandicci porta il parziale ai vantaggi: Kozuch e Gibbemeyer allontanano le streghe: 26-24 e 2-0 Casalmaggiore.

TERZO SET – Si viaggia a braccetto e la Pomì si accontenta anche dell’ace di Kozuch, benedetto dal nastro, per agganciare l’11-11. Stevanovic mura Nikolova: 14-13 e Chiappafreddo chiede il time out. Il botta e risposta prosegue e si arriva sino al 20-20. Tirozzi fa 21, un errore di Alberti vale il 22 rosa. Il 23esimo è di Stevanovic, ma la Savino del Bene resta incollata: il pari è di Nikolova. Stufi mura Piccinini, che converte poi una ricezione peccaminosa nel punto del 24-24. Ace di Cambi, ma il 3-0 è un’illusione. Nikolova e una fast out di Gibbemeyer consegnano il parziale a Scandicci: 25-27 e 2-1.

QUARTO SET – Persa l’occasione di chiudere il match, Casalmaggiore prova a mettere in discesa il quarto parziale. Piccinini ricama punti in serie e si fa presto ad arrivare al time out tecnico: 12-6 firmato Kozuch. Scandicci perde per infortunio Ikic, il tabellone corre sul 16-10 con Lloyd-Stevanovic padrone sottorete. Pietersen perde la misura: sul 18-11 Chiappafreddo chiede il time out. Momenti di apprensione in tribuna, con intervento dei sanitari del 118 in soccorso di due tifosi, colpiti da malessere. Nel frattempo il quarto set fila via e a chiuderlo è Carli Lloyd: 25-17 e 3-1 che rinsalda il secondo posto delle rosa.

Simone Arrighi
Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti