Ultim'ora
Commenta

Al Ponchielli si ride
amaro per l'ultimo
spettacolo della Prosa

Uno dei testi più brillanti del repertorio di Edoardo De Filippo, "Non ti pago", al Teatro Ponchielli il 21 e 22 marzo (ore 20.30), della Compagnia di Teatro di Luca De Filippo.

Uno dei testi più brillanti del repertorio di Edoardo De Filippo, “Non ti pago”, al Teatro Ponchielli il 21 e 22 marzo (ore 20.30), della Compagnia di Teatro di Luca De Filippo, concluderà la stagione di prosa del teatro mettendo in scena sogni, superstizioni, credenze popolari, vincite al lotto, un’opera  che lo stesso Eduardo De Filippo definì “molto comica, secondo me la più tragica che io abbia mai scritto” .
Con “Non ti Pago”, la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo porta avanti un percorso specificatamente tematico preceduto nella stagione 2013/2014 dall’allestimento di “Sogno di una notte di mezza sbronza” che ne costituisce il prologo naturale.
La commedia parla di sogni, vincite al lotto, superstizioni e credenze popolari di un’umanità dolente e sfaccendata, che nella cruda realtà quotidiana fatta di paure, angosce e miseria non rinuncia però alla speranza, all’illusione, all’ingenua attesa di un colpo di fortuna che determini un futuro migliore.
I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372 022001/02).
Questi i prezzi: platea e palchi € 22,00 – galleria € 15,00 – loggione € 10,00
Dialoghi intorno al Teatro: curiosità relative allo spettacolo potranno essere scoperte grazie all’incontro, che si terrà presso il foyer del Teatro Ponchielli (Corso Vittorio Emanuele 52) martedì 22 marzo alle ore 18.00, dove il critico teatrale e drammaturgo Igor Esposito incontrerà gli attori della Compagnia di Teatro di Luca De Filippo. Ingresso libero.

© Riproduzione riservata
Commenti