Commenta

Ruba in una cantina
ma dimentica il suo cane,
vigili individuano il ladro

Ha abbattuto la porta di una cantina e ha rubato una mountain bike da gara di valore ma ha dimenticato il suo cane sul luogo del furto e alla fine è stato denunciato grazie a un’indagine lampo della polizia municipale, che ha inoltre scoperto una sorta di magazzino di bici rubate a casa del ladro. Nei guai è finito un cittadino marocchino 28enne, tossicodipendente, residente in città. Domenica pomeriggio l’uomo si è introdotto in un condominio di viale Trento e Trieste. Ha scardinato la porta della cantina di una famiglia e si è allontanato con una mountain bike bianca da svariate centinaia di euro.

Alle 18,25 dello stesso giorno una pattuglia dei vigili in servizio per le strade di Cremona, ignara del furto, è stata fermata da un ragazzo che ha fatto presente di aver perso il cane e ha chiesto di essere contattato in caso di ritrovamento. Poco dopo un residente del condominio colpito dal furto ha telefonato al comando segnalando di aver trovato un pitbull proprio nei pressi delle cantine. Agenti della polizia municipale, con un lettore di microchip, sono intervenuti sul posto e sono risaliti al proprietario e lo hanno restituito. Si trattava proprio del 28enne marocchino. Del furto non si sapeva ancora nulla.

La mattina successiva al comando di piazza Libertà si è presentata la proprietaria della cantina presa di mira, denunciando il furto della bici bianca della figlia. Sulla scrivania del vigile che ha raccolto la denuncia si trovava proprio la segnalazione del ritrovamento del cane. L’indirizzo, identico a quello del furto, è balzato all’occhio dell’agente, che si è informato sulla vicenda chiedendo ai colleghi e ha appreso che una pattuglia, nella stessa fascia oraria, era stata fermata da un ragazzo con una mountain bike bianca in cerca del suo cane.

La somma delle informazioni ha spinto i vigili dell’ufficio di polizia giudiziaria a recarsi all’indirizzo del 28enne. Appoggiata alla porta della sua di cantina si trovava proprio la bicicletta rubata. La bici è stata riconosciuta e riconsegnata e il ragazzo, rincasato mentre i vigili si trovavano al suo indirizzo, è stato messo alle strette. Alla fine, dopo qualche resistenza, ha ammesso la sua responsabilità ed è stato denunciato per furto aggravato. Nella sua cantina, aperta su richiesta degli agenti, sono state trovate cinque bici che i vigili ritengono essere provento di furto (alcuni vicini hanno raccontato di aver notato il 28enne cambiare spesso bicicletta), tre ruote posteriori, una anteriore e due selle. In corso accertamenti per rintracciare i proprietari.

m.f.

© Riproduzione riservata
Commenti