Commenta

La delega dell'agricoltura
passa dalla Provincia
alla Regione: cosa cambia

La riforma della Pubblica Amministrazione in atto porta le sue prime conseguenze: dal prossimo primo di aprile, le materie a suo tempo delegate alle Province dalla Regione Lombardia quali Agricoltura, Caccia e Pesca, tornano di competenza della stessa Regione. Infatti, con la Legge n.56 del 7 aprile 2014, ‘Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni’ le Province sono diventate ‘enti territoriali di area vasta’, riscrivendo così le proprie attività.

Nello specifico tornano in capo alla Regione Lombardia torneranno: le deleghe in agricoltura L. 11/98, Programma di Sviluppo Rurale Produzioni vegetali, Produzioni animali (quote latte, burro agevolato, miele, uova, carni suine, apicoltura, mangimi, foraggi essiccati, riproduzione animale) Uma, Piccola proprietà contadina, Commissione valori fondiari, Miglioramento del capitale fisico e umano in agricoltura, Miglioramento dell’ambiente rurale, Misure Agroambientali, Multifunzionalità e differenziazione in agricoltura (Agriturismo e Agroenergia), Sviluppo agricolo tutela e promozione, Educazione Alimentare, Calamità, Pianificazione e gestione forestale (taglio piante), Sistemi Verdi, Istat Agricola, Caccia e Pesca (Piano Faunistico Venatorio e Piano ittico e regolamenti attuativi derivati).

Dunque la cittadinanza, rispetto alle suddette materie, ci si dovrà rivolgere alla nuova sede regionale degli uffici collocati in Vicolo Maurino 12 a Cremona (nella ex sede del consultorio Asl). “Nei giorni del trasloco previsti da lunedì 4 aprile a venerdì 8 aprile potrebbero verificarsi dei disagi per il pubblico” fa sapere l’amministrazione provinciale. “Per ridurre tale disagio saranno attivati dal 1 aprile sportelli temporanei presso 
l’Ufficio Territoriale Regionale Val Padana (Utr in via Dante 136 a Cremona). Si invita l’utenza per informazioni a contattare il centralino dell’ Ufficio Territoriale Regionale Val Padana al numero 03724851 o tramite posta certificata agli indirizzi: valpadanaregione@pec.regione.lombardia.it. Verranno comunicati appena disponibili i recapiti telefonici e mail dei funzionari del Settore Agricoltura Caccia e Pesca”.

Infine, rimarranno alla Provincia le attività amministrative per: Energia, linee elettriche, metanodotti, Autorizzazioni integrate Ambientali e Derivazioni idriche, Piano di controllo della nutria, Vigilanza in materia ittica e venatoria (gli utenti verranno avvisati tempestivamente rispetto ad ogni possibile variazione).

© Riproduzione riservata
Commenti