Ultim'ora
Commenta

Vagoni come carri bestiame
sulla Cremona-Brescia,
i pendolari protestano

Se normalmente la linea ferroviaria più problematica è quella tra Cremona e Milano, ultimamente diversi problemi si stanno verificando anche sulla tratta che va verso Brescia, dove spesso il numero di carrozze non è sufficiente per tutti i passeggeri, tanto che sembra di viaggiare su carri bestiame. A segnalarlo è una pendolare, che nella giornata di martedì si trovava sulla tratta Brescia Cremona alle 18.38. “Un solo vagone per 200 persone circa, tutti in piedi, caldo e puzza stomachevole derivante dai wc” racconta la studentessa. “Paghiamo 107 euro di abbonamento mensile per questi disservizi. Un vero schifo”.

Intanto la Regione cerca di correre ai ripari sul tema sicurezza, dopo le recenti aggressioni verificatesi lungo le linee lombarde. A questo proposito il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato all’unanimità la mozione del M5S Lombardia che chiede alla Giunta Lombarda di attivare un piano per la sicurezza sui treni e la prevenzione contro gli atti vandalici compiuti sui convogli e nelle stazioni ferroviarie lombarde. Quello che si chiede è “un piano serio ed articolato per la sicurezza sui treni e nelle stazioni e la prevenzione degli atti vandalici”.

© Riproduzione riservata
Commenti