Ultim'ora
Commenta

5 per mille dell'Irpef
al terzo settore:
iniziativa del Comune

Attivata dal Comune di Cremona – in accordo col Cisvol – una iniziativa a favore del Terzo Settore cremonese. In occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi, infatti, i contribuenti possono scegliere di donare il cinque per mille dell’Irpef ad enti ed associazioni che svolgono attività socialmente rilevanti. Per ricordare tale opportunità è stata predisposta una cartolina su cui apporre nome e codice fiscale dell’ente. La cartolina, disponibile alla sede del Cisvol, che poi la distribuirà alle varie associazioni di volontariato, servirà come promemoria durante la compilazione della dichiarazione dei redditi.

Oltre alla firma, il contribuente può infatti indicare il codice fiscale del singolo soggetto al quale intende destinare direttamente la quota del 5 per mille. I codici fiscali dei soggetti ammessi al beneficio sono consultabili negli elenchi pubblicati sul sito dell’Agenzia dell’Entrate al seguente link: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/documentazione/archivio/archivioschedeadempimento/schede+adempimento+2015/dichiarare+2015/destinazione+otto+cinque+e+due+per+mille+irpef/infogen+otto+cinque+e+due+per+mille+irpef/5+per+mille.

“Scopo dell’iniziativa – dichiara l’assessore alla Trasparenza con delega ai rapporti con il Terzo Settore e il Volontariato Rosita Viola – è incentivare la scelta dei contribuenti cremonesi a beneficio di enti ed associazioni del territorio. Si vuole in questo modo aiutare  tali realtà a farsi conoscere e, di conseguenza, permettere che le risorse giunte grazie al 5 per mille vengano impiegate a favore della nostra comunità”.

Il 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche può essere destinata a sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle fondazioni e associazioni riconosciute; finanziamento della ricerca scientifica e delle università; finanziamento della ricerca sanitaria; attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente; sostegno delle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal Coni. Tra le finalità c’è anche il finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici. Ogni anno il sito dell’Agenzia delle Entrate pubblica gli elenchi degli enti iscritti. Attualmente gli elenchi sono in fase di aggiornamento. Nel 2015 risultavano iscritti 153 enti con sede nella provincia di Cremona.

Il contribuente può destinare la quota del 5 per mille della sua imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), firmando in uno dei cinque appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione (Modello Unico PF, Modello 730, ovvero apposita scheda allegata al Cud per tutti coloro che sono dispensati dall’obbligo di presentare la dichiarazione) e inserendo il codice fiscale dell’ente a cui sarà destinata la donazione.

© Riproduzione riservata
Commenti