Cultura
Commenta

Filo Benefico: in scena Il Canovaccio con 'Trappola per un uomo solo'

Per la chiusura della rassegna teatrale Il Filo Benefico, la compagnia Il Canovaccio di Cremona propone il thriller psicologico dal classico impianto misterioso: “Trappola per un uomo solo”. Appuntamento al teatro Filodrammatici lunedì 23 maggio alle 21. Scritto nel 1960 da Robert Thomas, è considerato uno dei gialli con il finale più bello e sorprendente mai portati sulla scena.

La compagnia del G.S.T. Gruppo Studio Teatro, la presentò a Cremona per la prima volta nel 1993 tra gli interpreti Lole Boccasasso e Beppe Piovani nelle vesti dello sposo disperato per la scomparsa della moglie. Per un omaggio al mitico G.S.T. dopo 20 anni tornano in scena alcuni attori del G.S.T.: Pierantonio Bonetti, Beppe Piovani, Gigi Varoli e Lole Boccasasso questa volta non più nelle vesti della moglie ma della regista. Completano il cast Mario Carotti, Maddalena Lieto e Anna Governatori.

La Trama. ?Daniele, affascinante neo sposo, denuncia la scomparsa della moglie al commissario di polizia. L’ansia e l’angoscia del povero marito accompagnano le indagini ,senza esito, della polizia. Poi, improvvisamente, grazie anche all’intervento del parroco del paese, padre Toni, Silvia, la moglie scomparsa, torna a casa: enigma risolto? Niente affatto! È proprio a questo punto che scatta il mistero. E l’intrigo si infittisce man mano che altri personaggi fanno la loro comparsa: dapprima Papouche, un artista-barbone al corrente di molte (troppe?) cose, e poi Mirella, un’ambigua ed estremamente venale infermiera.

© Riproduzione riservata
Commenti