Cultura
Commenta

Quarant'anni di fatti e persone nella mostra fotografica di Muchetti

Quarant’anni di fatti, storie e persone: questa in estrema sintesi è l’anima di Attimimpressi, la mostra fotografica di Giuseppe Muchetti, che sarà aperta dal 3 al 30 giugno a Santa Maria della Pietà, organizzata dall’Associazione CrArT con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Cremona. L’esposizione raccoglie oltre 200 immagini scattate dal celebre fotografo cremonese Giuseppe Muchetti, che da più di quarant’anni racconta la storia di Cremona sulle pagine di quotidiani e settimanali locali.

E’ un percorso cronologico che ripercorre l’evoluzione della città e la vita dei suoi cittadini: fatti, storie e persone che compongono la realtà di Cremona e la rendono paradigma di una più ampia storia nazionale. AttimImpressi è l’occasione per raccontare e raccontarci, dove lo sguardo di Giuseppe Muchetti impresso sulla pellicola narra la storia di tutti, in un continuo rimando tra opera e spettatore, dove lo scatto diventa testimonianza e l’individuo diviene a sua volta testimone. Una selezione delle immagini in mostra sarà raccolta in un catalogo che si avvale dei contributi del giornalista (e direttore di CremonaOggi) Mario Silla.

“Più che una “mostra”, termine che associo in modo naturale a chi della fotografia ha fatto un’arte, con l’Associazione CrArT abbiamo immaginato questa esposizione come una rassegna nella quale ogni singolo scatto prova a raccontare un’intera storia finita sulle pagine della stampa locale e, in qualche caso, anche nazionale – dice Giuseppe Muchetti –. Fotografie come racconti del quotidiano ordinario e straordinario, fra attualità, costume, politica, cronaca nera, sport o spettacolo. Dagli anni Settanta al 2015”.

Durante il periodo espositivo, ogni giovedì sono previsti incontri tardo pomeridiani, dalle 18 alle 20, in cui il confronto e il dialogo tra il fotografo e storici giornalisti approfondiranno alcune tematiche. L’inaugurazione si terrà venerdì 3 giugno, alle ore 18. Resterà aperta da martedì a domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19, mentre il giovedì pomeriggio l’apertura proseguirà fino alle 20. L’ingresso è libero.

© Riproduzione riservata
Commenti